Ecco i top runner del Tor des Géants

Tutti contro Collé: migliori atleti verranno presentati al Jardin de l'Ange di Courmayeur sabato 10 settembre alle 17.
Tor des Géants 2019 - Franco Collé - Foto Stefano Jeantet
Sport
Assisteremo ad uno storico poker, o saremo sorpresi da qualche outsider? Qualcuno riuscirà ad interrompere l’egemonia italo-spagnola nella classifica femminile? Ci sarà un nuovo record della gara? Tanti i grandi nomi, tanti i temi che animeranno il TOR330 – Tor des Géants® e che terranno migliaia di persone incollate al sito ed alle pagine Facebook e Instagram della manifestazione per seguire live le imprese di oltre 2000 atleti.
Nessun dubbio che l’uomo da battere sia lui, Franco Collé: tre vittorie al suo attivo (2014, 2018, 2021), il record della corsa in 64h43’57”, ed ovviamente il calore del pubblico di casa. Il valdostano, però, non è mai sazio, e vuole continuare a regalare gioie ai suoi corregionali. La concorrenza non sarà meno agguerrita, e non è detto che non arrivi qualche sorpresa. Un po’ come l’anno scorso, quando Collé ha dovuto mettere in campo tutta la sua esperienza per lasciare dietro di sé Jonas Russi, incollato a lui fino all’ultima notte. Lo svizzero ci riproverà, forte della voglia di rivalsa dopo lo splendido secondo posto all’esordio del 2021. Non sarà solo, perché una nutrita sfilza di atleti italiani e stranieri cercheranno di portarsi a casa il sogno di arrivare per primi a Courmayeur. Andrea Macchi, a dire il vero, ci è già riuscito tre volte, vincendo la 100 km del Gran Trail Courmayeur nel 2017, 2019 e 2021, oltre ad un terzo posto al Tor des Géants® del 2017. Terzo al TOR è arrivato anche Peter Kienzl nel 2018, lui che è un maestro degli endurance trail. Sulle orme di Macchi ci sarà anche Simone Corsini, che dopo essersi preso la GTC100 di quest’anno cercherà di migliorarsi al TOR330 dopo il quinto posto dell’anno scorso. Una sorpresa potrebbe arrivare da Andrea Mattiato, di recente terzo alla 168 km del Cervino Matterhorn Ultra Race e secondo nella 103 km della Dolomiti Extreme Trail. L’insidia potrebbe arrivare anche dall’estero, con i britannici Damian Hall e Kim Collison e lo svizzero Michael Nançoz in prima linea.
Gli ultimi cinque anni della gara femminile sono stati un monologo tra Lisa Borzani e Silvia Trigueros Garrote, con la prima regina nel 2016 e 2017 e la spagnola dominatrice delle ultime tre edizioni, con anche il record nel 2019 in 85h23’15”. Dovranno guardarsi in particolare da Melissa Paganelli, seconda l’anno scorso alle spalle di Trigueros Garrote e vincitrice della GTC55 quest’anno, e da Sandrine Beranger, che quest’anno ha vinto la Terre des Dieux da 165 km con il terzo tempo assoluto.
Saranno loro ma anche molti altri a sfilare al Jardin de l’Ange sabato 10 settembre alle 17 per la presentazione dei top runner: avremo anche Martin Vairoli, ambassador Airc impegnato in una raccolta fondi per la ricerca sui tumori pediatrici, Oliviero Alotto, unico finisher dell’edizione zero della Cursa di Ciclopi, Marco Mangaretto, vincitore del Tot Dret 2018, Roman Ficek, Nicolas Locori, Asimina Inglesiou, Jens Lukas, Makoto Yoshimoto, Tobia Ernesto Gramajo, Michele Graglia, Martin Vairoli, Natalie White, Tatiana Bertera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte