Grande festa a Pila per celebrare i 40 anni dello slittino valdostano

Per festeggiare la ricorrenza sabato 9 marzo scorso, a Pila, concorrenti di ogni età si sono sfidati sulla nuova pista attrezzata alla Châtelaine, guardando al cronometro, ma mettendo il divertimento davanti a tutto.
Gruppo 40 anni
Sport

Quarant’anni fa una squadra del Comitato Asiva partecipava per la prima volta ai Campionati italiani di Slittino su pista naturale. Un evento che ha segnato l’inizio di un’era, anche pionieristica, di una disciplina che alla Valle d’Aosta ha regalato Campioni mondiali, d’Europa e nazionali.

Per festeggiare la ricorrenza sabato 9 marzo scorso, a Pila,  concorrenti di ogni età si sono sfidati sulla nuova pista attrezzata alla Châtelaine, guardando al cronometro, ma mettendo il divertimento davanti a tutto. In tutto ottanta iscritti alla gara promozionale (più di cento alla serata conviviale), suddivisi in cinque le categorie che rapidamente si sono susseguite nel “budello”, non troppo difficile tecnicamente, ma che ha messo a dura prova le capacità di tanti neofiti.

Categoria 0 – 11 anni
A imporsi è stata Giada Ehrlich (48”61), davanti a Martina Botta (49”64) e Francesca Minellono (1’04”84). Al maschile, vittoria di Alessandro Nigra (51”16), seguito da Matteo Bettola (51”65) e Daniele Berruti (53”81).

Categoria 12 – 15 anni
Vittoria per Ilaria Pieiller (41”66), a precedere Carlotta Tavagnini (46”17) e Giorgia Caddeo (49”92). In campo maschile, gradino alto del podio a Federico Pomat (45”40), davanti a Alex Millet (45”48) e Nicolò Camporese (50”83).

Categoria Amatori/Turisti/Genitori
Successo di Stefania Rossotto (47”63) su Laura Bonfini (49”88) e Romana Bossi (1’09”83). Al maschile, s’impone Alberto Berutti (45”78) davanti a Ennio Bonazzi (46”73) e Corrado Preti (51”64).

Categoria Atleti/Ex Atleti
Vittoria di Ylenia Sarteur (42”69) sulla “vecchie glorie” Wanda Théodule (48”59) e Lea Voyat (51”47). Nei maschi, mette tutti d’accordo Battista Pieiller (38”20; miglior crono della serata), a precedere l’ex campione del mondo Damiano Lugon (39”01) e sul “futuro prossimo” Daniele Sessa (39”42).

Campionato mondiale Jurassico
Al femminile, successo della “Bionda di Tavella”, al secolo Stefania Giacometti, in 1’08”91. Tra i Jurassic Basket, a imporsi è Matteo Kratter (56”51) davanti a Marco Moro (47”40) e a Matteo Paolo Restagno (47”68). 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati