Sport

Ultima modifica: 7 Aprile 2019 18:04

L’Aosta fallisce il colpo, si infiamma la lotta in zona playoff

Aosta - Errori di troppo ed un approccio non positivo costano la sconfitta casalinga 7-6 col Pavia. Ora Aosta, Pavia e Lecco sono racchiuse in un solo punto per due posti.

Aosta PaviaAosta Pavia

Poteva essere il match del ko, e invece, a due giornate dal termine, l’Aosta spreca e regala la partita casalinga al Pavia, che ora raggiunge in classifica i gialloblù con il Lecco ad un solo punto di distanza: tre squadre racchiuse in un punto con due posti disponibili in zona playoff, con il calendario che non favorisce la squadra del presidente Fea. Al Montfleury le montagne russe del gol sorridono ai pavesi, vincenti per 7-6.

L’approccio dei valdostani, che devono fare a meno di Monteiro e Da Silva, non è positivo, e gli ospiti sembrano avere più corsa e più voglia di conquistare la posta in palio. Ed infatti, in meno di cinque minuti, il Pavia si trova col doppio vantaggio grazie alle reti di Rovati sugli sviluppi di una punizione ed alla pregevole marcatura di Marrone, che stoppa di petto in corsa e con l’esterno destro batte Belmonte. Arriva il timeout, e l’Aosta si scuote, tornando a far vedere il bel gioco che ha caratterizzato buona parte della stagione e capovolgendo il risultato nel giro di altri cinque minuti. Fea è bravo a liberarsi ed a trafiggere all’angolino basso Casetta, poi lo stesso giovane è protagonista di una bella triangolazione con Vona, che porta il capitano a realizzare il pareggio con un gran tiro di punta da posizione defilata. A trovare il sorpasso è Calli, seguito poi da Bellafiore che aggancia bene un pallone dalla difesa e non sbaglia a tu per tu col portiere. I giocatori di Rosa sembrano in dominio, ma la sfortunata autorete di Bellafiore su un angolo avversario riapre la partita. Ci pensa ancora Vona con un gol da applausi – doppio passo ubriacante ad un avversario e conclusione di punta all’incrocio dei pali – a riportare il doppio vantaggio, ma ad un minuto dalla fine il destro di Padova al volo finisce in gol, non visto da Belmonte.

Si riparte con un’Aosta di nuovo un po’ distratta e sottotono, con tanti errori di superficialità che, sommati tra di loro, si rivelano decisivi. Mister Rosa è protagonista di una “dormita” al limite della propria area di rigore e si fa rubare palla da Rovati, che realizza il 5-5. Lo stesso allenatore-giocatore ha la palla del nuovo vantaggio, ma da meno di un metro con la porta vuota non sfrutta l’assist di Pettinari e calcia incredibilmente a lato. Il vecchio adagio del “gol sbagliato, gol subito” non fallisce mai, e da una punizione un minuto dopo nasce la rete di Kuster. Con ancora tre minuti da giocare, la carta del portiere di movimento è d’obbligo, e funziona: Bellafiore, ben servito da Rosa, non sbaglia e trova il pareggio, facendo esplodere il Montfleury. Ma la gioia dura poco, e dopo 40” ancora una dormita difensiva – questa volta di Calli – regala a Kuster la gioia del 7-6 finale.

Ed ora si fa dura: l’Aosta affronterà in casa, sabato 13 aprile, l’Elledì Carmagnola, mentre il Pavia aspetta il Rhibo Fossano, che ormai non ha più niente da chiedere, ed il Lecco va in casa del Savigliano, penultimo in classifica.

Formazioni:
AOSTA: Belmonte, Esposito, Fea, Page, Rosa, Pettinari, Calli, Bellafiore, Vona, Mascherona, Harir. All Rosa
PAVIA: Casetta, Rovati, Marrone, Ferro, Padova, Kuster, D’Aria, Riva, Fazzini, Parisi, Druschi.

Classifica: Saints Pagnano 51 punti; Real Cornaredo 41 punti; Elledì Carmagnola 37 punti; Aosta, Pavia 34 punti; Lecco 33 punti; Videoton Crema 29 punti; Rhibo Fossano 27 punti; Domus Bresso 17 punti; Bergamo La Torre 15 punti; Savigliano 14 punti; Pgs Isola 9 punti

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>