MTB, a La Thuile tripudio per i valdostani

Martina Berta domina l’ultima tappa degli Internazionali d’Italia Series, Gaia Tormena, Filippo Agostinacchio e Andrea Perron oro nell’Eliminator.
filippo agostinacchio
Sport

Un weekend di gare di mountain bike a La Thuile, dove è stata inaugurata anche la nuova pump track, a forti tinte rossonere. Tanti i successi dei valdostani tra Internazionali d’Italia Series e campionati italiani di Eliminator.

Gaia Tormena e Filippo Agostinacchio campioni italiani assoluti XCE

Gaia Tormena e Filippo Agostinacchio si sono laureati campioni italiani di Xc Eliminator. E entrambi ‘fanno filotto’, facendo registrare il miglior crono in qualifica e vincendo le rispettive batterie che portano alla finale. A chiudere il cerchio, il sesto posto di Yannick Parisi e il settimo di Camilla Martinet.

Percorso duro, tecnicamente impegnativo, ma la campionessa mondiale, europea e detentrice della Coppa del Mondo non lascia speranze alle avversarie. Qualifica, semifinale e finale sono un monologo di Gaia Tormena (Gs Lupi Valle d’Aosta; 2’17”80), che in finale precede Marta Zanga (Ktm-Protek-Elettrosystem; 2’25”55) e Julia Maria Graf (Junior Team Sudtirol; 2’29”85). In settima posizione Camilla Martinet (Cicli Lucchini; 3’04”90).

Nella qualifica contro il cronometro, Filippo Agostinacchio (Trinx Factory Team) e Yannick Parisi (Ktm-Protek-Elettrosystem) fanno registrare rispettivamente il primo e il quarto tempo; entrambi superano agevolmente i quarti e, in semifinale, Agostinacchio mette le sue ruote davanti a tutti, mentre Parisi è terzo della sua batteria e deve accontentarsi della ‘small final’. Agostinacchio è poi autore di una brutta partenza e, dopo pochi metri, è in ultima posizione. Ma nel primo segmento del tracciato di La Thuile mette la freccia e dopo trenta secondi di gara ha già messo in cascina una decina di metri di vantaggio. Il resto è una cavalcata solitaria, che gli permette di passare il traguardo, in 1’57”55, in ‘impennata’. Alle sue spalle, Cristian Bernardi (Sogno Veneto; 1’59”70) e Emanuele Bocchio Vega (Rock Bike; 2’00”95). Secondo nella finalina di consolazione, Yannick Parisi conclude al sesto posto; avevano superato lo scoglio della qualifica, 11°, Pietro Scacciaferro (Xco Project) e, 15°, Stefano Gerbaz (Cicli Lucchini); fallisce l’accesso ai quarti ed è 20° Alessio Cino (Cicli Lucchini).

Martina Berta domina l’ultima tappa degli Internazionali d’Italia Series

Tappa conclusiva degli Internazionali d’Italia Series su un percorso selettivo, che porta agli onori delle cronache Martina Berta, splendida dominatrice della gara al femminile. Dopo un lungo stop per infortunio, il ritorno all’agonismo di Martina Berta, venerdì scorso, con il titolo tricolore Xcc Shrot track a Courmayeur e, oggi, vincitrice in solitaria di una gara di altissimo contenuto tecnico. Bene anche Gabriel Borre e Filippo Agostinacchio, abbondantemente nella ‘Top ten’.

Il primo giro a ruota della statunitense Haley Batten e della campionessa del mondo, la britannica Evie Richards; il secondo giro in fuga con la stessa Batten e, dalla terza tornata, la lunga cavalcata solitaria, con distacchi che dilatavano con il passare dei chilometri. In breve, il riassunto della bella vittoria di Martina Berta (Santa Cruz; 1h 36’03”), che può alzare i pugni sotto lo striscione d’arrivo in segno di gioia e liberazione; bisogna attendere oltre mezzo minuto per scorgere la sagoma della seconda classificata, Giada Specia (Wilier Pirelli; 1h 36’35”) e quasi sessanta secondi per vedere la maglia iridata di Evie Richards (Trek Factory Team; 1h 36’53”), che nell’ultimo giro recupera due posizioni per insediarsi sul terzo gradino del podio. In 15° posizione, 4° Under 23, Giulia Challancin (Scott Libarna); 22° Martina Stirano (Rdr Leynicese); 28° Camilla Martinet (Cicli Lucchini). Al maschile, vittoria di Luca Braidot (Santa Cruz; 1h 30’42”), seguito da Nadir Colledani (Mmr Factory; 1h 31’42”) e Juri Zanotti (Bmc; 1h 32’072). Al 19° posto, 7° U23, Filippo Agostinacchio (Trinx Factory Team; 1h 39’42”); 45° Christophe Carlin (Vc Courmayeur MB).

Negli Juniores Donne, vittoria dell’austriaca Katrin Embacher (1h 08’51”). Al maschile, successo del tedesco Emil Herzog (Stevens Schubert; 1h 11’03”), davanti al francese Paul Magnier (Veloroc; 1h 11’38”) e a Marco Betteo (Scott Libarna; 1h 12’11”). Ottima settima posizione di Gabriel Borre (Cicli Lucchini; 1h 13’42”); 31° Stefano Gerbaz (Cicli Lucchini); 35° Alessio Cino (Cicli Lucchini).

Perron oro, Giangrasso e Masoni bronzo negli italiani XCE

Ad aprire le danze erano stati i campionati italiani XCE. disciplina che consegna alla Valle d’Aosta l’oro di Andrea Perron, e il bronzo grazie a Elisa Giangrasso e Simone Masoni.

Negli Esordienti primo anno, conquista la maglia tricolore Andrea Perron (Orange Bike Team; 2’10”75), che precede Alessandro Iachetta (La Fenice; 2’11”75) e Thomas Magri (Nembrese Mtb; 2’13”45). Al 7° posto Pietro Mantasia (Xco Project); 16° Matteo Abbate (Cicli Lucchini). Categoria unica al femminile, con Elisa Giangrasso (Orange Bike Team; 2’20”45) che, dopo l’argento nell’Xcc, venerdì scorso, a Courmayeur, mette al collo la medaglia di bronzo, preceduta da Sara Bertino (Cicloteca; 2’12”40) e da Emma Grimaldelli (Serio; 2’17”35).

Negli Esordienti secondo anno, vittoria di Emanuele Savio (Bussolino; 1’56”65), seguito da Enrico Balliana (Arkitano; 1’57”50) e da Vincenzo Carosi (Folcarelli; 2’01”20). In nona posizione Paolo Costa (Gs Lupi Valle d’Aosta).

Categoria unica anche negli Allievi Donne, con gradino alto del podio a Giulia Rinaldoni (Morrovallese; 2’04”50), seguita da Anna Pellegrino (Buzzi Unicem; 2’05”75) e da Elisa Ferri (Valdarnese; 2’09”70). In 8° posizione Sofia Guichardaz (Xco Project); 9° Emilie Bionaz (Cicli Lucchini); 16° Kristel Arcodia (Gs Lupi Valle d’Aosta).

Negli Allievi secondo anno maschile, a imporsi è l’altoatesino Niclas Pallweber (Sunshine; 1’55”15), davanti a Francesco Stobbia (Mtb Venaria; 1’55”65) e a Marco Guercilena (Biassono; 1’59”55), con quarto posto di Giuseppe Abbate (Cicli Lucchini; 2’00”15). In 12° posizione Michel Perron (Orange Bike Team).

Negli Allievi primo anno, maglia di Campione d’Italia a Elia Rial (Gagabike; 1’57”60), a precedere Stefano Melani (Monticelli; 1’58”90) e Federico Brafa (Biassono; 2’00”70”). Decimo posto a Alessandro Fantone (Cicli Lucchini); 13° Thierry Philippot (Gs Lupi Valle d’Aosta).

Nei Master, terzo e quarto posto al duo griffato Gs Lupi Valle d’Aosta, Simone Masoni (2’00”25) e Roberto Vassoney (2’11”45), con titolo a Michele Iellina (Valchiarò; 1’57”50) e argento a Andrea Sfoggia (Tteam; 1’58”70).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Sport
Sport