GO – Arte e cultura: una rivista per raccontare l’offerta turistica regionale

Con la partenza della campagna pubblicitaria volta a costruire un vero e proprio brand turistico della Valle d'Aosta, il gruppo Netweek, in collaborazione con l'amministrazione regionale, ha creato GO - Arte e cultura Valle d'Aosta, una rivista che racconta i principali luoghi di cultura della nostra regione.
Il castello di Aymavilles
Turismo

Campagne social, uno spot video, grafiche, articoli e partnership. Sono le iniziative previste nella nuova campagna pubblicitaria per creare il brand Valle d’Aosta e promuovere l’offerta turistica della nostra regione a livello internazionale, presentata ad inizio giugno dall’amministrazione regionale. Il tema è il turismo lento, come testimonia il titolo dello spot video, “Il tempo ritrovalo qui”, che racconta la Valle sia da un punto di vista naturalistico che dell’offerta culturale e di intrattenimento. Il connubio tra questi due aspetti vuole rivolgersi ad un pubblico nuovo, coinvolgendo non solo gli appassionati di montagna, escursionismo e sport in quota, ma anche un turismo culturale.

Castelli, reperti archeologici, musei, mostre e spettacoli sono il punto di partenza per le nuove proposte. A questo proposito, nella campagna pubblicitaria è compreso anche il progetto GO – Arte e cultura Valle d’Aosta che nasce per raccontare e promuovere il nostro territorio al di fuori dei confini valdostani. Un’idea del Gruppo Netweek, si tratta di una rivista che, nelle sue 36 pagine, racconta attraverso un ideale viaggio nel tempo i principali siti storici e culturali regionali.

Primi tra tutti i castelli, un elemento che rende unico e inconfondibile il paesaggio della Valle d’Aosta, offrendo diverse possibilità per esplorare la nostra regione attraverso percorsi culturali. GO – Arte e cultura ha dedicato uno spazio anche alla città di Aosta, ponendo l’accento sui siti archeologici curati dall’amministrazione regionale come l’area megalitica, il Mar – Museo Archeologico Regionale, il Teatro Romano, la Chiesa Paleocristiana di San Lorenzo e il Criptoportico Forense, oltre ad una Aosta  più “formato famiglia” con le sue piazze e i suoi parchi. Sono presentati anche gli eventi estivi come le rassegna Culturété, Musicastelle, estate al Forte di Bard e Communété.

GO Arte e cultura sfogliabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Turismo
Cultura