Il Programma di Sviluppo Turistico di Aosta affidato a TurismOK

Il PST è uno strumento utile alla programmazione delle azioni necessarie a perseguire uno sviluppo organico e coordinato con le previsioni urbanistiche e la crescita dell’attrattività turistica della città e del suo territorio e a favorirne l’adeguato posizionamento nel mercato nazionale e internazionale.
turismok
Turismo

L’Amministrazione comunale di Aosta, nell’ambito delle procedure avviate nei mesi scorsi al fine di completare l’iter di approvazione del Programma di Sviluppo Turistico, ha affidato la redazione del documento alla società TurismOK di Quart.

Il PST è uno strumento utile alla programmazione delle azioni necessarie a perseguire uno sviluppo organico e coordinato con le previsioni urbanistiche e la crescita dell’attrattività turistica della città e del suo territorio e a favorirne l’adeguato posizionamento nel mercato nazionale e internazionale. Le attività propedeutiche alla predisposizione del Programma erano state avviate nel corso della precedente consiliatura con l’affidamento di un incarico all’Università della Valle d’Aosta finalizzato a produrre un documento di analisi dei flussi turistici e delle diverse attrattive di Aosta.

I dati saranno, ora, oggetto di un processo di aggiornamento, anche a seguito del mutato contesto conseguente all’attuale situazione pandemica che ha comportato, di riflesso, notevoli cambiamenti quanto alle abitudini e alle preferenze dell’utenza turistica.

“Il lavoro sarà organizzato in tre fasi”, spiega Aimé Pernettaz di TurismOK. “La prima sarà un’analisi della situazione attuale del mercato, che porterà poi al coinvolgimento degli operatori tramite workshop, confronti tematici e interviste, approfondendo anche i flussi turistici, nella seconda, fino alla redazione del Programma vero e proprio, nella terza. L’idea è di definire un posizionamento strategico che proponga Aosta non solo come un polo culturale ma anche come destinazione sciistica”.

Infatti, il PST dovrà tenere conto della peculiarità del settore turistico nel territorio di Aosta rispetto al quadro della strategia turistica regionale, agli indirizzi contenuti nelle norme per settori del PTP e alle normative di settore regionali e nazionali di riferimento, al fine di definire con precisione lo stato attuale dell’intero comparto e le sue più ampie relazioni di area con i comuni della Plaine e con il comprensorio Gressan/Pila.

A seguire, le linee di sviluppo strategico e gli obiettivi operativi contenuti nel PST necessiteranno di adeguati strumenti di comunicazione e di marketing per valorizzare l’immagine e l’offerta di Aosta.

Le attività finalizzate alla redazione del PST prenderanno avvio nei prossimi giorni attraverso il coinvolgimento dei diversi portatori di interesse (enti istituzionali, associazioni di categoria, aziende del settore e, più in generale, soggetti che a vario titolo operano in ambito turistico) in workshop, confronti tematici e interviste che si svolgeranno nella prima metà del mese di febbraio.

Una risposta

  1. Come si diceva a suo tempo siamo sempre all’anno zero. Si deve sempre ripartire, riprogettare, di consolidato non rimane mai nulla. Tranquilli anche quello che uscirà durerà lo spazio di un mattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Turismo
Turismo

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte