Sci in Valle d’Aosta: crescono fatturato e presenze

Alla data dell’8 gennaio, il fatturato complessivo ammonta a oltre 39 milioni di euro, mentre i primi ingressi sono stati invece pari a 1.018.186.
Le piste da sci a Chamois
Turismo

Possono tornare a sorridere le società degli impianti a fune. Dopo gli stop e le restrizioni degli anni scorsi, la stagione sciistica sta andando a gonfie vele, registrando una crescita del fatturato e delle presenze rispetto all’esercizio precedente e alla media delle ultime tre stagioni.

Alla data dell’8 gennaio, il fatturato complessivo ammonta a oltre 39 milioni di euro (+17% rispetto alla scorsa stagione,  +20% rispetto alla media delle ultime 3 stagioni invernali).

I primi ingressi sono stati invece pari a 1.018.186 (+11% rispetto al 2021/2022 e +7% rispetto alla media delle ultime 3 stagioni invernali di attività). Crescono anche le vendite on line che rappresentano quasi il 25% dei biglietti totali venduti.

“Tali dati, seppur parziali, ci fanno sperare nella buona prosecuzione della stagione sciistica. Malgrado la complessa situazione climatica e ambientale che tutta la montagna sta vivendo, la Regione Valle d’Aosta, grazie a un’efficace programmazione degli investimenti sugli impianti a fune, per renderli sempre più performanti, ha potuto rappresentare una grande opportunità per il territorio, creandone le migliori condizioni per lo sviluppo socio-economico”, affermano l’Assessore Luigi Bertschy e il Presidente Avif Ferruccio Fournier.”Ad oggi la situazione dei comprensori appare buona, anche grazie all’impiego dei sistemi di innevamento programmato che hanno consentito l’apertura pressoché integrale della maggior parte delle stazioni, assicurando un efficiente innevamento dei tracciati e garantendo i collegamenti intervallivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Turismo

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte