L’Anpi dà l’ultimo saluto a Cesare Rean

Nato a Saint-Marcel nell'agosto del 1925, durante la guerra entrò nella storica banda "Ernesto Menabreaz" col nome di battaglia "Cocco" .
rean cesare
En souvenir

Profondo cordoglio per la morte di Cesare “Cocco” Rean viene espressa in una nota dall’Anpi.  Nato a Saint-Marcel nell’agosto del 1925 da Michele e Lorenzina Coquillard, Cesare Rean nel 1948 si sposa con Elda Champion e dal loro matrimonio nascono la figlia Doris ed il figlio Elio. Contadino di estrazione, lavorò alla Cogne sino alla pensione e nel contempo insieme alla moglie condusse, sin dalla metà degli anni ’50, un piccolo negozio di commestibili che ben presto divenne un importante punto di riferimento per tutta la comunità del piccolo villaggio di Prarayer.

“Cesare in anni bui della nostra storia recente, gli anni della seconda guerra mondiale, visse da partigiano la Resistenza, quegli anni drammatici segnarono il percorso della sua vita in modo indelebile. – scrive l’Anpi –  Infatti nel primo dopoguerra fu uno degli animatori delle varie iniziative che portarono alla nascita della sezione A.N.P.I di Saint-Marcel / Brissogne della quale fu per tanti anni lo storico presidente presenziando ovviamente alle varie manifestazioni del 25 aprile. Per lui questi momenti di incontro avevano un sapore particolare perché oltre alla festa vi era la gioia di incontrare gli amici di un tempo senza le paure che quella maledetta guerra aveva portato loro poco più che adolescenti”.

Appartenente alla storica banda “Ernesto Menabreaz” col nome di battaglia “Cocco” partecipò attivamente alle attività di essa “allo scopo di poter raggiungere la libertà, per lui, infatti, la resistenza era il coraggio di opporsi ad ogni sorta di oppressione, di sopraffazione, di violenza e di esclusione, appunto , di libertà”.

Fu consigliere comunale di Saint-Marcel nella Giunta del Sindaco Artaz, e fra i promotori, negli anni ottanta, della nascita del Consorzio di Miglioramento fondiario di Prarayer.

“Il momento che tutti stiamo vivendo, purtroppo, non ha concesso a Cesare di essere ricordato pubblicamente e soprattutto non ha dato modo ai figli ed ai nipoti di poter rendere omaggio alla salma, – sottolinea l’Anpi –  le comunità di Saint-Marcel e di Brissogne, gli amici, gli iscritti della sezione ed il Comitato Regionale A.N.P.I esprimendo le più sentite condoglianze sono vicini a tutti i famigliari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

En souvenir