Camminata al Bivacco Pascal da Morge (La Salle)

Al Bivacco Pascal si arriva dopo una camminata lunga, con un dislivello non indifferente, ma che porta attraverso posti incantevoli come il Lago Licony e che offre, una volta arrivati, una vista strepitosa. Vale davvero la pena fermarsi a dormire per ammirare il tramonto e l’alba.
Bivacco Pascal
Escursioni in Valle d’Aosta

Al Bivacco Pascal si arriva dopo una camminata lunga, con un dislivello non indifferente, ma che porta attraverso posti incantevoli come il Lago Licony e che offre, una volta arrivati, una vista strepitosa sul massiccio del Monte Bianco e non solo: di fronte a voi potrete ammirare il ghiacciaio del Rutor, mentre girando lo sguardo noterete vette iconiche come la Grivola o il Mont-Emilius. Vale davvero la pena fermarsi a dormire per ammirare il tramonto e l’alba.

SCHEDA TECNICA 

Punto di partenza: Morge (La Salle) – 1.689 m
Punto di arrivo: Bivacco Pascal – 2.920 m
Dislivello totale: circa 1.500 m
Lunghezza totale (dati Garmin): 10 km
Sentiero: 21 – 4
Tipologia: Escursionistico
Durata andata: 4h40’ (da segnaletica) – 3h30’-4h (camminata effettiva con passo medio)
Durata ritorno: 2h30’-3h
Possibili itinerari: Discesa verso Courmayeur o Dailley (Morgex)
Scarica qui la traccia GPX (da Garmin)
Punti esposti: no
Adatta a famiglie con bambini: lunga e faticosa
Fontane lungo il percorso
: al Villaggio Licony (1880 m) dopo circa 1h30’ di cammino, più alcuni corsi d’acqua
Esposizione al sole: quasi totale tranne la prima parte nel bosco

DESCRIZIONE

Come detto, la camminata al Bivacco Pascal è abbastanza lunga e faticosa, ma facendo tappa al Villaggio Licony ed al Lago Licony potrete arrivare a destinazione senza troppo affanno e godervi una vista spettacolare. Il Bivacco Pascal mette a disposizione 12 posti letto, un cucinino con utensili ed elettricità (con possibilità anche di caricare il telefono). In alcuni periodi dell’anno c’è anche acqua corrente, che vi permetterebbe di utilizzare il bagno interno, e la ricezione del telefono è buona (un po’ meno lungo il percorso).

Da Morge di La Salle (1.689 m) al Villaggio Licony (1880 m) – 1h-1h30’

Lasciata l’auto al parcheggio di Morge, nei pressi dell’area pic nic Belle Crête, si parte seguendo le indicazioni su una strada poderale in discesa (che maledirete al ritorno), prima di inoltrarvi nel bosco su un sentiero con diversi saliscendi ma abbastanza pianeggiante: nell’arco di quasi 5 km si sale di meno di 300 metri. Una volta usciti dal bosco, troverete un bivio con alcune indicazioni su una roccia: bisogna proseguire a sinistra, mentre a destra si va verso il Colle Battaglione Aosta.

Attraversato il ponte sul torrente, ci si ritrova in un pianoro verde e pianeggiante, prima di imboccare la strada poderale che, dopo circa 1 km, vi porterà al villaggio di Licony dopo circa 1h-1h30’ di cammino.

Dal Villaggio Licony (1880 m) al Lago Licony (2.554 m) – 1h-1h30’

Dal Villaggio Licony, guardando davanti a voi noterete in alto una sella erbosa: appena lì dietro c’è la vostra prossima tappa, il Lago Licony, ma non illudetevi. Ad occhio sembra abbastanza vicina, ma è forse una delle parti più dure, perché in meno di 3 km di sviluppo si coprono quasi 700 metri di dislivello, circa la metà dell’intera escursione, senza un attimo di respiro.

Si avanza nella vallata sul sentiero che costeggia un rivolo, prima di attraversarlo sulla sinistra ed iniziare l’ultima salita sul versante erboso che, dopo un po’, arriva in cima alla sella. Il Lago Licony è subito lì, ed è spettacolare, soprattutto se guardato dall’alto nei pressi del Colle Licony. Al lago potete approfittarne per fare una sosta ristoratrice prima di ripartire.

Dal Lago Licony (2.554 m) al Bivacco Pascal (2.920 m) – 1h-1h30’

Il più è fatto, e vi manca solo un ultimo sforzo prima di godere del vostro successo – ma anche raggiungere il lago è motivo di grande soddisfazione. Lo si costeggia alla sua destra, salendo su un dolce pendio a mezzacosta nell’erba che porta prima all’alpeggio Arp de Licony (2.662 m) e poi, dopo circa 30’, al Colle Licony, a quota 2.673 metri. Lungo questo tratto, non dimenticatevi di guardare alla vostra sinistra ed ammirare il Lago Licony nella sua interezza e nei suoi colori cangianti. Al Colle avete l’imbarazzo della scelta: da una parte il lago, dall’altro il massiccio del Monte Bianco e Courmayeur.

Un piccolo ristoro per gli occhi, che servirà anche per le gambe. Mancano gli ultimi 250 metri di dislivello, e si fanno sentire. L’ultimo tratto – circa mezz’ora dal Colle Licony – è ripido e su un sentiero non semplice, con terra e pietre. Si incontra un laghetto, da cui vi conviene prendere le ultime riserve di acqua nell’eventualità che in bivacco sia finita, prima arrivare al bivio che sale da Dailley e che vi porta, dopo pochi minuti, a destinazione. Alle spalle del Bivacco Pascal, letteralmente a due passi, c’è la Tête de Licony (2.929 m).

Il ritorno sullo stesso percorso non è molto meno lungo della salita, tra le 2h30’ e le 3h. In alternativa, si può scendere a Dailley (percorso EE sul sentiero 2, 3h15’) o, dal Colle Licony, verso Courmayeur (sentiero 44, Dortoir La Suche 1h30’, Tsapy 1h55’).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Escursioni in Valle d’Aosta
Escursioni in Valle d’Aosta