Montagna e dintorni di Percorsi Alpini |

Ultima modifica: 17 Gennaio 2019 11:24

Escursione panoramica in Mtb a Trois Villes

Quart - Raggiungete in auto la frazione di Chetoz - nel Comune di Quart - e lasciate la 4 ruote nel piccolo parcheggio frazionale sulla destra.

Escursione panoramica in Mtb a Trois VillesEscursione panoramica in Mtb a Trois Villes

In questo inverno avaro di neve e dalle temperature spesso primaverili si può approfittare di una bella giornata per salire in sella alla vostra Mtb e pedalare lungo questo itinerario di media montagna che regala panorami speciali.

Raggiungete in auto la frazione di Chetoz – nel Comune di Quart – e lasciate la 4 ruote nel piccolo parcheggio frazionale sulla destra. Una volta in sella dirigetevi verso destra salendo verso le case più alte seguendo le indicazioni per Seran e Chantignan. In breve raggiungerete un bivio sulla destra, contraddistinto da segnavia gialli e seguite i numeri 103 e 3 in direzione Nus. Dopo alcune centinaia di metri di sviluppo pianeggiante si ritrovano i segnavia gialli ma occorre rimanere sulla strada asfaltata che sale verso le case di Champ Desert, superate le quali il percorso diventa sterrato. Si pedala su un bel fondo compatto e si guadagna rapidamente quota attraverso una serie di tornanti. Al termine di questo tratto di sterrato si attraversa la strada comunale asfaltata e si prosegue in direzione di Porsod.

Si pedala in pieno sole già dal mattino, grazie all’esposizione privilegiata. La vista spazia sul fondovalle e permette di osservare dall’alto il gioco di ombre proiettate dalle montagne che in questa stagione lasciano completamente in ombra i versanti dell’envers.

Giunti alla frazione di Porsod imboccate sulla sinistra la strada poderale indicata dai segnavia n. 7B, in direzione Trois Villes.  Ci si trova avvolti da un bellissimo bosco di roverella, quercia amante del clima arido che si contraddistingue per mantenere le foglie secche sui rami per tutto l’inverno.

In corrispondenza del primo tornante si continua a pedalare sulla medesima strada e si prosegue in una zona aperta con prati e pascoli. Vale la pena sostare qualche minuto per ammirare il panorama: a fondovalle si scorge la sagoma della riserva naturale di Les Iles, con i suoi bacini lacustri uniti e dalla forma inconfondibile. Alzando lo sguardo si notano cime elevate oltre i 3000 metri come la Grande Roise, Petite Roise e Becca Salè, verso destra si incontrano il Mont Emilius e la Becca di Nona. Ancora più a destra, sullo sfondo, sbuca la cima del Nomenon e verso ovest è possibile riconoscere il massiccio del Rutor e il Mont Fallère.

Di nuovo in sella si continua a salire fino a raggiungere la strada asfaltata dove occorre svoltare a sinistra per raggiungere il villaggio di Trois Villes.  Superata la bella chiesetta campestre prendere a destra seguendo la segnaletica marrone indicante il monumento al partigiano.

In poche centinaia di metri raggiungerete la grande statua dedicata al partigiano dove si consiglia una tappa . Il monumento ricorda i tragici eventi del 23 agosto 1944 quando, per rappresaglia dei nazifascisti, la zona fu teatro di un violento saccheggio con devastazioni e incendi che culminò con l’uccisione di alcuni partigiani. Oggi la zona è dominata da una grande statua e attrezzata con panchine e pannelli orientativi, perché la vista e davvero notevole.

Ripresa la bicicletta si torna sulla strada asfaltata in discesa in direzione di Avion e Ville sur Nus. Superate le prime case della frazione Buignod imboccate a destra la strada poderale in mezzo ai prati che porta all’imbocco della frazione Planavilla. Entrate nel piccolo borgo, passate davanti alla chiesa e al notevole Tiglio monumentale e uscite dal villaggio svoltando a destra. Dopo poche centinaia di metri imboccate una ripida discesa sulla sinistra, bordata da una staccionata in legno. Nuovamente sulla strada asfaltata svoltate a sinistra e dopo il tornante imboccate sulla destra il Ru Crepallaz. Percorretelo interamente godendo della natura che vi circonda e ancora della magnifica vista che accompagna tutto il tragitto.

All’altezza della condotta forzata superatela percorrendo a piedi e portando la bici a mano un ponticello di cemento e alcuni scalini, quindi proseguite lungo il ru fino a intersecare la strada asfaltata e mantenetevi a destra per continuare a percorrerne il tracciato finché non arriverete in corrispondenza della strada asfaltata che avete già percorso in salita. Da qui in discesa si segue in senso inverso il tracciato dell’andata fino al punto di partenza.

Percorsi Alpini propone questa escursione in sella a biciclette a pedalata assistita su prenotazione.

Livello di difficoltà: TC (ciclo-escursionistico)

Tempo di percorrenza: Mezza giornata.

Info e prenotazioni    344 293 4602

www.percorsialpini.com – info@percorsialpini.com

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>