Video 

Alpinisti in difficoltà, il Soccorso alpino interviene sul Monte Bianco e in Val Veny

Missione tecnicamente complessa, per issare a bordo due francesi che non riuscivano a proseguire sulla via Innominata. Gli altri alpinisti erano fermi sul Mont Fortin e sulla Punta Bich.
Cronaca

Una lunga verricellata ed un momentaneo vincolo dell’elicottero “Sierra Alfa 1” alla parete. Sono le condizioni in cui il Soccorso Alpino Valdostano si è trovato ad operare, nel primo mattino di oggi, domenica 12 giugno, per il recupero di una cordata composta da due alpinisti francesi, in difficoltà sulla via Innominata al Monte Bianco.

In una situazione del genere, a 4.100 metri di altitudine, occorre massima precisione – da parte di tecnici ed equipaggio – nella comunicazione e nelle tecniche alpinistiche ed aeronautiche. I due recuperati, che avevano chiesto soccorso perché non erano più in grado di proseguire l’ascensione, non hanno avuto bisogno di cure sanitarie.

Tra le altre missioni della giornata, l’equipaggio del Sav è decollato per altri due recuperi di alpinisti bloccati (uno sul Mont Fortin, in Val Veny, e tre sulla Punta Bich, versante sud dell’Aiguille Noire, a quota 3.700 metri), nonché per soccorrere una persona con un trauma ad una spalla alla base della parete di arrampicata delle Placche d’Oriana (Champorcher) e un escursionista caduto lungo un sentiero al Col de Joux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte