Nuovo intervento per l’11enne trasferito a Torino dopo la caduta sugli sci

Il ragazzino, residente a Milano, è stato operato per migliorare le sue condizioni generali, dopo la prima riduzione delle lesioni effettuata in sala operatoria ad Aosta. E’ ricoverato in rianimazione, in prognosi riservata.
Ospedale Regina Margherita
Cronaca

E’ stato sottoposto, nella mattinata di oggi, lunedì 21 gennaio, ad un nuovo intervento chirurgico, all’ospedale “Regina Margherita” di Torino, l’11enne milanese trasferito ieri sera nel nosocomio piemontese, dopo essersi procurato gravi lesioni toraco-addominali cadendo sugli sci a Cogne, nel primo pomeriggio. L’operazione, la seconda cui il ragazzino è stato sottoposto dopo quella d’emergenza effettuata all’ospedale di Aosta, è stata valutata necessaria per migliorare le condizioni generali del paziente.

Concluso, da non molto, l’intervento dell’équipe del dottor Fabrizio Gennari (direttore della chirurgia dell’ospedale piemontese), il paziente è ricoverato nel reparto di rianimazione, diretto dal primario Giorgio Ivani, dove per ora resta in prognosi riservata. La Tac svolta sul ragazzo, elitrasportato dalla Valle, mostra condizioni stabili, pur nel quadro d’insieme complesso.

Al pronto soccorso aostano il ragazzo era arrivato cosciente, dopo essere stato recuperato nel comprensorio di Cogne dall’elicottero “Sierra Alfa 1”, ed era stato avviato immediatamente ad operazione per un grave trauma addominale e la rottura della milza. Terminato l’intervento, viste le sue condizioni, erano state avviate le procedure per il trasferimento.

A quanto si è appreso, l’11enne stava sciando con la madre, quando ha perso il controllo durante una discesa e si è ferito nella caduta, probabilmente con uno sci o una racchetta. La domenica, per il sistema sanitario d’emergenza-urgenza della Valle d’Aosta, è stata impegnativa: alla Cus sono arrivate circa 150 chiamate e l’elicottero “Sierra Alfa 1” ha svolto 18 missioni, prevalentemente per infortuni sulle piste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati