Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 30 Ottobre 2020 15:20

Cena di “protesta” alle norme anti-Covid in ristorante Donnas: titolare multato

Donnas - È successo nella serata di ieri, giovedì 29 ottobre, alla steakhouse “La locanda” di Donnas. L’iniziativa era stata annunciata su un video su YouTube, in cui lo chef del locale inneggia alla “disobbedienza civile”.

Il Nucleo Operativo Radiomobile di Châtillon.

Una cena come “protesta” contro l’ultimo dei decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, che impone lo stop alle 18 alla presenza di clienti in ristoranti e bar. A tenerla, nella serata di ieri, giovedì 29 ottobre, è stata la steakhouse “La locanda” di Donnas, con la partecipazione di una quindicina di clienti. Non invitati, ma allertati da chi ha notato la situazione, si sono però presentati anche i Carabinieri, che hanno multato il titolare (con una sanzione da 400 euro) e identificato i presenti.

Lo chef Manuel Pagan, “anima” della cucina del locale, aveva annunciato l’iniziativa, nella giornata dell’altro ieri, mercoledì 28, tramite un video su YouTube, poi condiviso su vari profili social. “Voglio ringraziare tutti quelli che saranno qui. – lo si sente dire – Non abbiamo più posto”. Parlando “a voi ristoratori”, l’uomo continua poi sottolineando che “quello che stiamo facendo noi avrà utilità soltanto se verrà seguito da altri”.

Se “continuate così, – aggiunge – non avrete niente da difendere, perché vi porteranno via tutto, non lavorerete più”. “La libertà – dice ancora obbliga a prendere delle decisioni, le decisioni comportano dei rischi”. In questo momento, “il rischio è minimo: vi prendete la multa da 400 euro, magari la contesterete e non pagherete mai”, se “qualcuno prende la multa, magari la paghiamo tutti insieme”.

D’altronde, “se continuiamo così, domani ci troveremo con una scarpa in testa e la faccia a terra, perché questo è l’indirizzo che hanno preso i nostri governanti”. “Chiudere le attività dalle 18 in poi, – dice in un altro video pubblicato oggi lo chef – sicuramente non fermerà il virus”. Pertanto “dobbiamo fare rete”, altrimenti “la mia protesta sarà una cosa che resta sul nulla”. “L’unica via di fuga da questa situazione – è la conclusione – è la disobbedienza civile”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Un commento su “Cena di “protesta” alle norme anti-Covid in ristorante Donnas: titolare multato”

Commenta questo articolo