Contrabbando al Gran San Bernardo, nel 2022 fermata anche una Ferrari

La vettura, sprovvista di documentazione doganale, è stata individuata dai funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli e dai militari della Guardia di finanza. Intercettati anche 700mila euro di valuta non dichiarata.
Ferrari sequestrata
Cronaca

700mila euro di valuta non dichiarata, con oltre 90mila euro di sanzioni. Sono parte dell’attività svolta, nel 2022, dai funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli della Sezione territoriale del traforo del Gran San Bernardo, in collaborazione con i finanzieri della tenenza del Gran San Bernardo. Tra i casi più eclatanti registrati al tunnel che collega alla Svizzera, quello di un passeggero che tentava di uscire dal territorio italiano portando con sé contante per 140mila euro.

Sul fronte del contrasto agli stupefacenti sono stati sequestrati 500 grammi tra marijuana, hashish e altre sostanze illecite con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di finanza del Gruppo Aosta, nonché diverse armi. Tra queste, un “taser” (una pistola elettrica), un’ascia, una katana, due coltelli, di cui uno tipo machete e tre bombolette spray anti aggressione, detenute e trasportate da alcuni viaggiatori senza la prescritta autorizzazione. Tutte le armi rinvenute sono state sottoposte a sequestro.

Quanto alla lotta al fenomeno della contraffazione, è stato fermato – e punito con una sanzione amministrativa – un passeggero con due orologi marchiati Rolex che risultavano palesemente contraffatti. Vari, inoltre, i controlli volti a scongiurare l’introduzione nel territorio italiano di merci provenienti dalla Svizzera evadendo il pagamento dei dazi doganali e dell’Imposta sul Valore Aggiunto. Da questi sono nate varie contestazioni di contrabbando nella violazione delle merci.

Tra i beni risultati sprovvisti di documentazione doganale, una Ferrari Spider immatricolata in un Paese esterno all’Unione Europea, ma circolante nel territorio comunitario, vari orologi di lusso, una moto per gare di motociclismo ed una vettura per corse automobilistiche.

Nei dodici mesi del 2022, sono state effettuate anche operazioni finalizzate a garantire la corretta circolazione e tutela di beni del patrimonio artistico e culturale. Oltre al sequestro di documenti dell’archivio di Charlie Chaplin (poi venuto meno per decisione del Tribunale del Riesame), per cui l’autorità giudiziaria contesta l’assenza dell’attestato di libera circolazione, è stato individuato anche un quadro non accompagnato dalla dichiarazione resa al competente ufficio del Ministero per i beni e le attività culturali.

Infine, sono stati verificati 19 microchip di animali da compagnia al seguito di persone che valicavano la frontiera, risultati tutti conformi. “Il proficuo lavoro svolto – spiega una nota – rappresenta una concreta dimostrazione della costante attività di prevenzione e repressione posta in essere dall’Agenzia Dogane e Monopoli e dalla Guardia di finanza negli spazi doganali terrestri”.

Dogana GSB
Controlli al tunnel del Gran San Bernardo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte