Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 13 Agosto 2020 10:32

Era di Montalto Dora l’escursionista morto in Alta Valle

Aosta - L’uomo, Dario Bisone, 81 anni, era partito da solo dalla casa di famiglia a La Salle per l’escursione alla Becca Pouegnenta. A trovarlo esanime, poco sotto la cima, è stata una coppia di escursionisti, che ha provato anche a rianimarlo.

Becca PouegnentaLa becca Pouegnenta (a sx) sopra il lago Pietra Rossa (foto da Wikipedia).

Era partito di buon mattino dall’abitazione di famiglia a La Salle, dove stava soggiornando per un periodo, Dario Bisone, l’escursionista 81enne residente a Montalto Dora (comune del torinese di cui era stato anche amministratore) trovato senza vita oggi, mercoledì 12 agosto, lungo l’itinerario per la Becca Pouegnenta, cima di 2.827 metri che sovrasta il lago Pietra Rossa, tra Morgex e La Salle.

Il sentiero parte dal colle San Carlo, per poi inoltrarsi nel vallone di Arpy, e l’uomo l’ha intrapreso da solo. La moglie è rimasta ad attenderlo a casa, dove purtroppo non ha più fatto ritorno. A trovarlo esanime, lungo un pendio erboso ove è scivolato per una ventina di metri, è stata una coppia di escursionisti. Hanno provato a praticargli il massaggio cardiaco, ma non c’è stato niente da fare.

Anche il medico dell’elisoccorso, giunto sul posto, poco sotto la vetta, attorno alle 12.30, non ha potuto fare altro che constare il decesso. Il corpo è stato recuperato dal Sav e si trova ora alla camera mortuaria del cimitero di Courmayeur, affidato ai militari della stazione del Soccorso Alpino della Guardia di finanza di Entrèves, incaricati delle procedure di riconoscimento formale e di polizia giudiziaria.

Nel pomeriggio è previsto anche il riscontro esterno da parte del medico legale. Il cadavere presenta dei traumi al capo, segno di una caduta, che potrebbe essere stata accidentale, magari per uno scivolamento, o conseguenza di un malore, ipotesi accreditata anche dall’età dell’escursionista. Oltre alla moglie, confortata da alcuni amici di famiglia e dal supporto dello psicologo per l’emergenza, i figli della vittima stanno raggiungendo l’alta Valle.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>