Escursionista giapponese muore in val Ferret

Il corpo senza vita è stato ritrovato nella tarda serata di ieri, sabato 17 settembre, nel vallone di Arminaz, tra i rifugi Bertone e Bonatti, a circa 2.400 metri di quota. Le ricerche erano partite a seguito del mancato rientro dell’uomo.
Val Ferret
Cronaca

Un escursionista di nazionalità giapponese è morto nel vallone di Arminaz, nella zona tra i rifugi Bertone e Bonatti, in val Ferret a Courmayeur. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato nella tarda serata di ieri, sabato 17 settembre, da una squadra di soccorritori, a quota 2.400 metri circa. Le ricerche erano iniziate a seguito del mancato rientro dell’uomo, partito in mattinata.

Dai primi riscontri, l’escursionista sarebbe caduto lungo il sentiero sotto il colle Battaglione Aosta, finendo in una zona impervia e riportando i traumi fatali. A dare l’allarme a sera inoltrata, un amico, che aveva riferito un ultimo contatto alle 11 di ieri mattina. L’individuazione della vittima, avvenuta partendo dalla localizzazione del suo telefono, ha presentato qualche difficoltà a causa del forte vento che ieri interessava l’area.

Alle ricerche hanno preso parte tecnici del Soccorso Alpino Valdostano, militari del Soccorso Alpino della Guardia di finanza e personale del Corpo forestale della Valle d’Aosta e del Corpo valdostano dei Vigili del fuoco, anche con l’impiego di visori con termocamera e unità cinofile. Recuperata la salma, gli accertamenti sull’accaduto, e il riconoscimento formale, sono affidati al Sagf di Entrèves.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte