Insulti, sfregi e botte ai figli: al via il processo per una 39enne

La donna è accusata di maltrattamenti e lesioni personali aggravate. Lo scorso maggio era stata arrestata e posta ai domiciliari. Il processo continuerà il prossimo 27 ottobre, con l’audizione protetta dei due ragazzi.
Aula tribunale, Tribunale, udienza, giudizio, processo
Cronaca

Ha preso il via oggi, venerdì 24 settembre, dinanzi al giudice monocratico Marco Tornatore, il processo ad una donna 39enne residente ad Aosta, accusata di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni dei suoi due figli adolescenti. Dalle indagini è emerso un quadro di percosse, capelli tirati di continuo, sfregi lasciati con coltelli e forchette, nonché insulti come “siete obesi, siete brutti”. L’imputata era stata arrestata, e posta ai domiciliari, lo scorso maggio su disposizione del Gip del Tribunale, cui la Procura aveva chiesto il fermo alla luce delle risultanze degli accertamenti svolti.

Nell’udienza di stamane sono stati ascoltati i testimoni citati dell’accusa, rappresentata dal pm Manlio D’Ambrosi. Il processo proseguirà quindi il prossimo 27 ottobre con l’audizione protetta in cui verranno ascoltati i due ragazzini. La vicenda era emersa a seguito di un episodio in cui i figli dell’imputata si erano allontanati da casa ed era scattato l’allarme ai Carabinieri. La pattuglia intervenuta aveva ricostruito essersi consumata una lite, culminata nella minaccia della donna, avanzata brandendo un coltello, di tagliare la gola ad uno dei due.

Nelle successive indagini, i figli erano stati sentiti più volte, sempre in modalità protetta. Oltre a raccontare di angherie e soprusi avevano anche mostrato i segni che hanno sostenuto essere stati inferti con vari oggetti dalla madre, che in un’occasione sarebbe anche arrivata a dare loro delle lamette, invitandoli a tagliarsi. La donna è incensurata e nessuna segnalazione su presunte criticità nel nucleo familiare era mai giunta ai servizi sociali. A difenderla sono gli avvocati Stefano Marchesini di Aosta e Monica Grosso di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca