Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 19 Luglio 2019 8:00

Operazione Gran Baita, chi sono i due indagati

Aosta - Si tratta dell’amministratore delegato della "Cervino SpA", Federico Maquignaz, e del titolare della "Vico Srl", Ezio Colliard. I rispettivi legali si dicono “assolutamente sereni”.

Gran BaitaLa Gran Baita in una cartolina degli anni Sessanta.

Dopo l’emergere dell’inchiesta sull’operazione legata all’hotel Gran Baita di Cervinia, affiorano anche le identità dei due indagati per turbativa d’asta. Si tratta di Federico Maquignaz, presidente e amministratore delegato della “Cervino SpA”, e di Ezio Colliard titolare della “Vico” (Valdostana Impresa Costruzioni Srl) di Hône.

I rispettivi legali, al momento, si limitano a poche parole. “Siamo assolutamente sereni del fatto che a breve verrà chiarito che non c’è stata nessuna irregolarità in questa operazione” dice l’avvocato Monica Atzei, che affianca il rappresentante dell’impresa di costruzioni. La “Vico” è, a sua volta, maggioritaria nella società “La Gran Baita” di Milano, che ha rivenduto l’immobile a 4,5 milioni di euro dopo un anno dall’aggiudicazione (per 1,5 milioni) nella gara esperita nel 2016 dalla “Cervino SpA”, proprietaria dello stabile.

L’avvocato Corrado Bellora, al riguardo, sottolinea come “Federico Maquignaz si dice assolutamente sereno sulle procedure adottate, sono state tutte rispettose della legge. Lui non ha quindi nulla da dire al momento, se non che attende il lavoro della magistratura, perché è convinto che da esso risulterà la sua correttezza”.

L’hotel Gran Baita nasce negli anni trenta, come grande albergo. Un rogo lo semidistrugge nel 1973 e, fino a qualche anno fa, ospitava alcuni uffici e la biglietteria della “Cervino” (sorge accanto alla stazione di partenza della funivia per Plan Maison). La sollecitazione di manifestazioni d’interesse, da parte di soggetti interessati ad una trattativa privata per l’acquisto, era partita nel febbraio 2016.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo