Rapina ad una ragazza nel centro di Aosta, arrestato un 25enne

La Polizia è risalita all’uomo, che ora è ai domiciliari, attraverso la descrizione fornita dalla vittima. I fatti lo scorso 26 marzo, in via De Sales, in pieno giorno. La giovane presa per una caviglia e fatta cadere, nel tentativo di sfilarle un anello.
Polizia furti
Cronaca

Un cittadino italiano residente ad Aosta, classe 1996, è stato arrestato ieri, giovedì 29 aprile, perché accusato di aver rapinato, lo scorso 26 marzo, una ragazza del centro storico di Aosta, in pieno giorno. Il 25enne si trova attualmente agli arresti domiciliari, sulla base dell’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale, accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura a seguito delle indagini della Polizia di Stato.

La sezione “Antirapina” della Squadra Mobile della Questura ha individuato l’uomo grazie alle prime dichiarazioni rese sul posto dalla giovane (i fatti sono avvenuti in via Monsignor De Sales). Ha riferito di essere stata avvicinata da un uomo che, dopo averne attirato l’attenzione con una scusa banale, le ha repentinamente afferrato con forza una caviglia, facendola cadere a terra, per poi strattonarle un polso e un braccio nel tentativo di sfilarle un anello con diamante.

Le urla della donna hanno però richiamato l’attenzione dei passanti, facendo desistere il rapinatore che, prima di darsi alla fuga, riusciva ad impossessarsi di una scarpa con tacco della ragazza. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima, gli investigatori hanno ricostruito l’intero percorso dell’aggressore, prima e dopo la rapina, risalendo al responsabile.

Costui, di fronte alle contestazioni degli inquirenti, ha ammesso di essere stato attirato dalle scarpe della ragazza e di aver d’istinto deciso di seguirla per impossessarsene. L’arresto è stato disposto in considerazione delle modalità violente dell’aggressione, aggravate dall’incapacità di trattenere i propri impulsi, finalizzati anche a soddisfare istinti di natura sessuale, nonché dall’elevata possibilità di reiterazione di condotte analoghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca