Indagine su whisky e vodka, il Riesame dispone il dissequestro

La Guardia di finanza aveva messo sotto sigilli 45mila bottiglie, in varie attività commerciali della regione e nel magazzino di Châtillon della Savio Srl. Trattenuti 50 campioni assortiti per il prosieguo delle indagini.
Cronaca

Dissequestro dei prodotti posti sotto sigillo, il whisky Kelvin Bridge e la vodka Jelzin, eccezion fatta per 50 campioni assortiti, trattenuti per il prosieguo delle indagini. E’ l’esito, emerso ieri, martedì 12 aprile, dell’impugnazione dinanzi al Tribunale del Riesame del sequestro operato negli scorsi giorni dalla Guardia di finanza, in varie attività commerciali della regione e nel magazzino di Châtillon della Savio Srl. I militari avevano individuato circa 45mila bottiglie dei due liquori.

A comunicarlo è la stessa ditta, che dal 1958 si occupa della commercializzazione di distillati, zucchero e caffè, attraverso una nota. Le “Fiamme Gialle” erano entrate in azione nell’ambito di un fascicolo aperto dalla Procura della Repubblica, su un’ipotesi di vendita di prodotti con segni mendaci. Secondo gli accertamenti dei finanzieri, i due distillati non sarebbero “prodotto e imbottigliato” in Valle d’Aosta – come indicato sulle etichette – ma semplicemente importati da un altro Paese europeo, senza “lavorazioni sostanziali”.

Al di là dell’aspetto cautelare, le indagini proseguiranno attraverso i quantitativi dei distillati mantenuti nella disponibilità degli inquirenti. “Sicuramente è stato un peccato perdere le vendite della Fiera di Sant’Orso e dei giorni di Pasqua, – commenta Marco Savio, amministratore delegato dell’azienda – ma senz’altro ci rifaremo avendo posto tra gli obiettivi principali del 2022 una crescita del 25% rispetto al 2019 del mercato locale” e “quest’anno, almeno dai risultati dei primi mesi, si sta nuovamente presentando come il migliore di sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca