Servizi preventivi e incontri con gli studenti, l’Arma nelle scuole

Negli scorsi giorni, con l’aiuto di “Johnny”, pastore tedesco antidroga in servizio al Centro cinofilo di Volpiano, i Carabinieri sono stati all’istituto “Don Bosco” di Châtillon. L’obiettivo è formare al senso civico e alla legalità.
Cronaca

Formare ed informare gli studenti, sui temi del senso civico e della legalità e sui rischi che uno stile di vita insano e non rispettoso potrebbe causare. E’ il “piano” dei Carabinieri della compagnia di Châtillon/Saint-Vincent nei confronti dei giovanissimi, che si articola su due livelli ed è stato avviato in questi giorni.

Il primo è un programma per la sicurezza degli istituti scolastici, a base di servizi preventivi, anche con l’uso delle unità cinofile, affinché ragazze e ragazzi possano recarsi a scuola nella massima serenità. L’altro piano d’intervento è quello dell’incontro, per stimolare la riflessione.

I militari entrano così nelle classi per confronti con gli allievi su tematiche attuali e d’interesse, anche per familiarizzare con rischi e sanzioni conseguenti a comportamenti illeciti, “non tralasciando – si legge in una nota – l’analisi dei vantaggi connaturati al rispetto per gli altri, la valenza delle regole e la indubbia ricaduta positiva e condivisa della legalità nel quotidiano”.

Ultimamente, ospite dell’Istituto “Don Bosco” di Châtillon è stato “Johnny”, pastore antidroga tedesco in servizio al Centro cinofilo di Volpiano (Torino), che ha dato dimostrazione delle sue capacità nel ritrovamento di stupefacenti.

L’incontro, voluto dalla dirigenza scolastica con il comando della Compagnia, è proseguito con un confronto aperto e diretto, con i ragazzi che hanno posto vari quesiti all’ufficiale intervenuto, anche a margine degli incontri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati