Cronaca di Christian Diémoz |

Ultima modifica: 8 Giugno 2021 16:08

Tentata concussione al capo della Polizia locale, assolta la segretaria comunale D’Anna

Aosta - La sentenza è stata letta dal Gup Davide Paladino nel primo pomeriggio di oggi, martedì 8 giugno. La vicenda era legata al presunto tentativo della dirigente di farsi togliere una sanzione, quando era in servizio a Châtillon e Saint-Vincent.

Donatella D'Anna

Cade, con sentenza di assoluzione, l’accusa di tentata concussione nei confronti della segretaria comunale Donatella Eloisa D’Anna, 59 anni. Il verdetto è stato letto nel primo pomeriggio di oggi, martedì 8 giugno, dal Gup Davide Paladino, dopo la discussione del rito abbreviato scelto dall’imputata. Il pm Luca Ceccanti aveva chiesto la condanna ad un anno e 4 mesi di reclusione.

L’accusa era relativa ad un episodio risalente alla fine del 2019, quando D’Anna era in servizio nei municipi di Châtillon e Saint-Vincent. Nel settembre di quell’anno, la polizia locale dei due comuni aveva elevato all’auto della dirigente una sanzione per un divieto di sosta. Tempo dopo, il comandante del Corpo aveva messo nero su bianco, in una relazione di servizio (poi finita in Procura), di essere stato convocato dal segretario comunale, venendo da lei “pressato”.

Il senso del discorso fattogli dall’imputata sarebbe stato “o mi togliete la multa, o mando una denuncia in Procura e spingo il procedimento disciplinare per il vigile che l’ha elevata”. Una ricostruzione che il difensore della donna, l’avvocato Corrado Bellora, nell’invocare l’assoluzione al giudice, ha respinto, puntando tra l’altro sull’inattendibilità del denunciante, giacché l’avvio dei procedimenti disciplinari non rientra tra le competenze del Segretario comunale.

“La dottoressa D’Anna, sin dall’inizio del procedimento penale, ha sempre respinto ogni addebito. – commenta il legale Bellora, poco dopo il pronunciamento del Gup – Io ero convinto che non avesse commesso alcun reato. Questa sentenza le rende giustizia. Ha sempre operato nell’interesse dell’ente”. Nei confronti di D’Anna, la Procura, sulla base delle indagini dei Carabinieri, aveva anche chiesto la misura cautelare dell’interdizione dai pubblici uffici.

Il Gip aveva però rigettato tale istanza, perché D’Anna – nel frattempo – non era più titolare della delega alla Polizia locale, fatto che aveva sostanzialmente escluso il rischio di reiterazione del reato. Dopo il periodo nei due Comuni della media valle, lo scorso 6 maggio D’Anna è stata incaricata quale segretaria di Champdepraz, Emarèse e Montjovet.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo