Escursionista trovato morto a Courmayeur, nulla osta alle esequie

Potrà così avvenire il trasferimento in Francia, ove viveva nella zona di Parigi, di Antony Austin Wilfired, il 43enne originario dello Sri Lanka di cui due escursionisti, sabato scorso, avevano notato il corpo senza vita alla base di una ferrata.
Immagine di archivio
Cronaca

E’ giunto dalla Procura della Repubblica il nulla osta alle esequie dell’escursionista trovato morto sabato mattina alla base della ferrata che conduce al rifugio Monzino (Courmayeur). Il riconoscimento di Antony Austin Wilfired, 43 anni, cittadino francese originario dello Sri Lanka, che risiedeva nella zona di Parigi, era stato completato ufficialmente con l’arrivo in Valle dei suoi familiari, all’indomani del rinvenimento del corpo senza vita.

Delle operazioni di polizia giudiziaria sull’accaduto si è occupato il Sagf della Guardia di finanza di Entrèves. Stando a quanto riferito dai parenti, l’uomo non era nuovo ad escursioni in montagna, anche dall’itinerario lungo, ma è possibile che non si aspettasse di incontrare una via ferrata sul suo cammino. L’aver scelto di proseguire nonostante non fosse dotato degli equipaggiamenti per affrontarla in sicurezza, a partire dall’imbrago, è stato facilmente fatale per il 43enne.

L’ipotesi dei soccorritori è infatti che l’uomo sia morto per i traumi riportati dalla caduta dalla parete, dovuta probabilmente ad uno scivolamento. I familiari avevano segnalato la scomparsa del parente lo scorso 21 maggio alle autorità francesi. E’ possibile che la morte risalga ad alcuni giorni fa. Il cadavere è stato ritrovato a seguito della segnalazione di due escursionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca