Valanga in Val d’Ayas investe due scialpinisti, recuperati illesi

Entrambi di nazionalità svizzera, sono riusciti ad uscire dalla massa nevosa con una manovra di autosoccorso. Il rischio di distacchi resta fattore critico: ieri in Savoia sono morte 7 persone. In Valle, pericolo in aumento, per l’arrivo di precipitazioni.
Valanga in Val dAyas.
Cronaca

Un intervento del Soccorso Alpino Valdostano per una valanga si è concluso poco prima delle 9 di oggi, domenica 9 maggio, in Val d’Ayas. Il distacco si è verificato nella zona del bivacco Rossi e Volante (3.600 metri), ai piedi della Roccia Nera, nel gruppo del Monte Rosa, ed ha coinvolto due scialpinisti svizzeri, che sono riusciti ad uscire dalla neve con una manovra di autosoccorso.

Una volta raggiunto il luogo, il medico dell’equipaggio di elisoccorso li ha visitati e, trovandoli in buone condizioni fisiche, non ha ritenuto necessario il trasporto in ospedale. Sono quindi stati trasportati a valle. Il rischio di valanghe resta un fattore critico in queste ore: ieri, in due diversi distacchi in Savoia (Francia), sette persone hanno perso la vita.

La prefettura dell’Alta Savoia ha lanciato un appello “alla massima prudenza nella pratica delle attività in montagna (escursionismo e sci di ogni tipo)”. Secondo il bollettino neve e valanghe della Regione, le condizioni impongono attenzione anche in Valle d’Aosta, visti il limitato od assente rigelo notturno, lo zero termico sopra i 3mila metri e il forte irraggiamento solare di maggio.

Il pericolo di valanghe è dato in aumento per lunedì 10 e martedì 11, “per l’arrivo di nuove perturbazioni” dalla serata di oggi, domenica 9, “diffuse su tutta la Regione, con limite pioggia inizialmente oltre i 2400 metri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cronaca
Cronaca
Cronaca