Video 

Concesso il nulla osta alle esequie dell’assicuratore morto sulla punta Chaligne

Roberto Agnusdei, 49 anni di Torino, era stato travolto da una valanga nella mattinata dell’altro ieri, sabato 14 gennaio, a quota 2.500 metri, sulla montagna tra Aosta, Sarre e Gignod. Accertamenti del Sagf di Entrèves.
Cronaca

Sulla base degli elementi raccolti dal Soccorso Alpino della Guardia di finanza di Entrèves, non essendo ravvisabili profili di responsabilità di terzi, la Procura della Repubblica ha concesso il nulla osta alle esequie di Roberto Agnusdei, l’assicuratore torinese di 49 anni morto nella valanga staccatasi l’altro ieri, sabato 14 gennaio, sulla punta Chaligne (cima da 2.607 metri tra i comuni di Aosta, Sarre e Gignod).

Secondo quanto ricostruito dai finanzieri, l’uomo stava compiendo un’escursione scialpinistica con un amico ed era in fase di salita. L’innevamento in zona non è particolarmente consistente, ma quando i due sono entrati in una zona di neve riportata dal vento, a circa 2.500 metri, una prima colata è scesa, staccandosi una cinquantina di metri sopra di loro.

Gli scialpinisti si sono allontanati in direzioni opposte. Agnusdei verso destra, venendo travolto, l’altro a sinistra, riuscendo a scansare la massa nevosa. Una seconda slavina è però scesa ed ha colpito di striscio alle gambe anche l’amico, senza tuttavia coprirlo.

Realizzato che non vedeva più Agnusdei, ha immediatamente chiesto aiuto (del gruppo facevano parte anche altre due persone, ma a causa di un malessere di una avevano rinunciato, restando più in basso) ed iniziato a cercare il compagno con l’artva.

Nel frattempo, sul posto sono giunti i tecnici del Soccorso Alpino Valdostano e il medico rianimatore con l’elicottero “Sierra Alfa 1”. Grazie al dispositivo di ricerca (i due avevano l’equipaggiamento completo, inclusi pala e sonda) hanno individuato Agnusdei in breve tempo.

Era sotto un metro e mezzo di neve circa, ma una volta estratto non c’è stato altro da fare che constatarne il decesso. La valanga lo ha trascinato a valle per buona parte del suo sviluppo.

Il corpo della vittima era stato trasportato alla camera mortuaria del cimitero di Aosta, dove il medico legale nel pomeriggio di sabato ha compiuto il riscontro esterno. Nel frattempo, i militari della Guardia di finanza hanno ascoltato il testimone per comprendere l’accaduto.

Agnusdei, di professione, era assicuratore, lavorava in un’agenzia a Torino, città dov’era nato e risiedeva, con i suoi familiari. I quattro amici compivano frequenti escursioni, sia in Piemonte, sia in Valle d’Aosta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte