Cittadella dei Giovani: la Stagione del Teatro lascia il posto a quella dei concerti

Dal dinamico e intenso spettacolo teatrale “First Love” al “beat contest” di gusto hip-hop, il palco della Cittadella dei giovani passa dal teatro alla musica.
Marco D'Agostin - First Love
Cultura

Il nuovo lavoro del coreografo e artista Marco D’Agostin sarà l’ultimo appuntamento della Stagione del Teatro della Cittadella dei Giovani. Intitolato “First Love”, lo spettacolo arriverà con una prima regionale nel Teatro della Cittadella, venerdì 25 alle ore 20 e sabato 26 giugno alla stessa ora. Si tratta di una storia intensa e personale per D’Agostin che esplora le connessioni emotive tra la la pratica sportiva e la pratica artistica: quella passione che anima il corpo e la mente. La storia racconta di un ragazzino degli anni ’90 al quale non piaceva il calcio ma lo sci di fondo e la danza. Quel ragazzo ora cresciuto, non più sciatore ma danzatore, non più sulla neve ma in scena, non più agonista ma ancora agonista, per via di un’attitudine competitiva alla coreografia che non si scolla mai, nostalgica e ricorsiva. Questa tensione emotiva culmina quando il protagonista incontrato il suo mito di bambino, la campionessa olimpica Stefania Belmondo, riavvicinandosi così al suo primo amore.

Il giorno prima dello spettacolo, giovedì 24 giugno alle 19, si terrà un incontro online per presentare il tema dell’evento con l’intervento e le testimonianze di alcuni sportivi valdostani tra cui Federico Pellegrino ed Elisa Brocard. Condotto dal giornalista Luca Casali, l’incontro sarà trasmesso sui canali Facebook ,  YouTube  e  Vimeo   della Cittadella dei Giovani.

Un’altra scia di eventi che si conclude questa settimana sono i Concerti Aperitivo con l’esibizione della pianista Maria Gloria Ferrari, domenica 27 giugno, alle 11.

Ad aprire la stagione dei concerti sarà la proposta sperimentale di sabato 3 luglio alle ore 21 del trio fusion con live electronics “No Borders x T.U.”.  Nato nel 2018 il gruppo, formato da Lorenzo Guidolin (vibrafono e percussioni), Maurizio Amato (basso elettrico) e Luca Favaro (live electronics) ha come tratto caratteristico l’improvvisazione, e propone un genere misto ed originale in cui gli elementi jazzistici si uniscono alla musica elettronica contemporanea.

Il primo week-end di luglio continua a suon di musica con il Ruff Draft beat contest RE , in programma domenica 4  a partire dalle ore 14. Una competizione a suon di musica nella
quale i partecipanti potranno presentare tre beat a testa alla giuria composta da Frenk, Secco, Falafel e Bredda Saga. Oltre al contest ci sarà un’esposizione di dischi curata da Saga ed una con delle stampe fatte a mano di Chiara Ursidio, con beat set curato dai giudici.

Per la serie delle Serate Anita, infine, giovedì 1° luglio, sempre alle 20.30, si potrà assistere all’esibizione live dei due pianisti e compositori Costance Crétier e Fosco Zambon  nella Sala Expo e in diretta streaming sui canali di Cittadella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

   Eventi
Precedente
Successivo
   Foto
Precedente
Successivo
   Video
Precedente
Successivo