“Confinati in Paradiso”, uno spettacolo tra sci, danza e Paradiso dantesco

Lo spettacolo della Cie Les 3 Plumes è stato presentato alla stampa in Cittadella dei Giovani e debutterà il 16 e 17 ottobre al Festival Torino Danza.
Cultura

Uno spettacolo a metà tra danza e gioco, che miscela arte e sport, tra la Divina Commedia e il gesto sportivo dello sciatore; ma anche riflettendo sulla crisi sanitaria da Covid-19 che ha scalfito l’equilibrio del pianeta, e sulle implicazioni del confinamento e del distanziamento fisico imposto. Da qui il titolo “Confinati dal Paradiso“, il nuovo spettacolo coreografico firmato Marco Chenevier e prodotto dalla compagnia teatrale Cie Les 3 Plumes, presentato in una conferenza stampa nel pomeriggio di venerdì 21 agosto alla Cittadella dei Giovani.

Proprio alla Cittadella la compagnia è stata per due settimane in residenza a “provare” lo spettacolo, dandone un ritorno al pubblico durante il warmup mattutino e tre playtest: “Per noi sono state delle occasioni di entrare in contatto con il pubblico, e per il pubblico per scoprire come funziona il processo creativo e come giunge al suo termine”, ha spiegato Chenevier. “Si tratta una sorta di “uscita di cantiere”, prove, bozzetti, in comunicazione con il pubblico e per capire come il pubblico vive questa esperienza: vogliamo mettere in crisi l’idea dello spettatore passivo, attraverso il cabaret, giochi, o software. Lo spettatore deve essere attivo, parte integrante dello spettacolo”.

La genesi di “Confinati in Paradiso” non è stata facile: “Inizialmente doveva essere solo “Paradiso”, ma il lockdown ci ha “confinati” ed ha modificato l’idea dello spettacolo”, continua Chenevier. “Si tratta di una connessione tra sci di discesa, danza e Paradiso dantesco. Attraverso i giochi il pubblico avrebbe guadagnato l’accesso al Paradiso, cioè il palcoscenico. Con le restrizioni in corso, questo non è più stato possibile ed abbiamo dovuto cambiare alcune cose”.

La compagnia sarà in residenza, dalla prossima settimana, al Forte di Fenestrelle. Lo spettacolo debutterà venerdì 16 e sabato 17 ottobre a Torino alle Fonderie Limone, nell’ambito del prestigioso Festival Torino Danza, con in scena Theo Pendle, Alessia Pinto e Elena Pisu, ed è in coproduzione con il Festival Torino Danza e dal Teatro Stabile di Torino nell’ambito del progetto “Corpo Links Cluster”.

Dopo allenamenti, preparativi e residenze – svoltesi in Cittadella dei Giovani ad Aosta, al Forte di Fenestrelle, al centro coreografico El Graner di Barcellona e alla Lavanderia a Vapore di Collegno – che hanno contribuito a dare gli ultimi ritocchi tecnici, la rappresentazione è finalmente pronta. Oltre che dell’abilità e dell’esperienza degli attori, lo spettacolo si arricchisce con elementi unici, provenienti un po’ da tutta Europa: dall’allestimento scenico realizzato dall’artigiano valdostano Michel Favre, ai costumi originali della stilista parigina Sandrine Philippe, per poi passare alla produzione drammaturgica ideata in collaborazione con Enrico Pastore, il progettista di giochi Pierluca Zizzi e l’allestimento luminoso di Andrea Sangiorgi, nasce cosi una rappresentazione unica e originale.

Confinati dal Paradiso

Coreografia/Creazione: Marco Augusto Chenevier
Produzione: TIDA Theatre Danse (produzione esecutiva), CIE 3 PLUMES (co-produzione)
con il sostegno di:
– Torinodanza festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, nell’ambito del progetto

“Corpo Links Cluster”, sostenuto dal programma di Cooperazione PC INTERREG V A – Italia-
Francia (ALCOTRA 2014-2020)

– Centro di Residenza della Toscana Armunia – CapoTrave / Kilowatt.
– Sharing&Moving International Residencies a cura di Mosaico Danza in partnership con Torinodanza
Festival/Fondazione del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale e il Centro Coreografico El Graner
di Barcellona ( Es)
– Comune di Arvier – Teatro della Cittadella dei Giovani di Aosta
Drammaturgia: Marco Augusto Chenevier, Enrico Pastore
Consulenza progettazione gioco: Pierluca Zizzi
Danzatori: Thèo Pendle, Alessia Pinto, Elena Pisu marco Chenevier
scenografia : Michel Favre
Creazione luci: Andrea Sancio Sangiorgi
Costumi :Sandrine Philippe

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura