GiocAosta ancora da record: oltre 30mila presenze in quattro giorni

Il 72% dei partecipanti non risiedeva in Valle d'Aosta e il 69% dei casi ha raggiunto la regione espressamente per partecipare a giocAosta.
giocAosta
Cultura

Sono i numeri a raccontare ancora una volta il successo di GiocAosta. Oltre 30.000 presenze attive in quattro giorni. Un nuovo record per la quattordicesima edizione della manifestazione, che dal 12 al 15 agosto ha portato turisti e residenti, grandi e piccini, ad affollare piazze e strade, monumenti e spazi storici reinventati, a giocare.

La sola ludoteca ha registrato oltre 6.300 prestiti di giochi in scatola (nel 2019 erano stati 4.700) e sono stati oltre 3.500 gli iscritti alle attività su prenotazione: centinaia i partecipanti alle cacce al tesoro, così come per i giochi nei musei (da Sant’Orso al Saint- Bénin, dal MAR a San Lorenzo), i tornei (dai giochi in scatola al calcio balilla, dalle parole crociate ai puzzle), l’escape room.

Epic Challenge GiocAosta
Epic Challenge GiocAosta

Apprezzata la novità del 2022 – oltre 500 i partecipanti –  l’Epic Challenge, lo spettacolare gioco-videomapping che per quattro sere ha trasformato l’Arco d’Augusto nell’eccezionale cornice di un gioco.

I primi dati parziali raccontano di un pubblico affezionato (il 58% ha già partecipato) e dedicato (il 60% si dice “appassionato di giochi”), che raggiunge Aosta specificamente per l’evento (nel 90% dei casi). Il 72% dei partecipanti non risiede in Valle d’Aosta e il 69% dei casi raggiunge la regione espressamente per partecipare a giocAosta.

“La soddisfazione per i numeri – dicono gli organizzatori – si accompagna alla straordinaria atmosfera che ancora una volta abbiamo potuto respirare in città. Perché giocAosta è anzitutto una festa, che Aosta ha dimostrato di accogliere e apprezzare. Le energie di più di 350 volontari si sono armonizzate nella creazione di qualcosa che crediamo sia unico e che non smette di crescere: questi giorni non sono solo un traguardo, ma un fertilissimo momento di progettazione per l’edizione 2023. Crediamo che il nostro contributo sia il segno che cose splendide possono essere realizzate nella nostra città, collaborando e aprendosi alla possibilità dell’inatteso e dell’incontro”.

Il progetto di giocAosta è realizzato da una rete di 78 soggetti, dettagliata di seguito e coordinata da Aosta Iacta Est, organizzazione di volontariato nata nel 2009 per utilizzare il gioco come strumento di incontro e di scoperta. L’evento gode del sostegno della Regione autonoma Valle d’Aosta, della Città di Aosta e della Fondazione CRT.

L’evento è ideato e sviluppato da Aosta Iacta Est, associazione di volontariato che promuove la socialità del gioco in Valle d’Aosta, insieme a un ampio collettivo di associazioni e gruppi, tutti operanti a titolo gratuito.

Il progetto è sostenuto dalla Regione autonoma Valle d’Aosta – Assessorato beni culturali, turismo sport e commercio, dal Comune di Aosta e dalla Fondazione CRT. Agli enti sostenitori si affianca una preziosa rete di partner tecnici, che permettono di abbattere i costi di progetto. Complessivamente, la rete di giocAosta 2022 si compone di 78 soggetti diversi tra sostenitori, associazioni e partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte