“La scienza non si rassegna” ma si apre alla divulgazione

La rassegna organizzata dalla Libreria Briviodue coinvolgerà dal 7 ottobre all’11 novembre famosi divulgatori, per una scienza che sia “di tutti”.
Presentazione La scienza non si rassegna
Cultura

La scienza non si rassegna”: un gioco di parole per sette eventi di divulgazione scientificadal 7 ottobre all’11 novembre, in Cittadella dei Giovani ed al Salone Ducale del Municipio di Aosta – ma anche per dire con forza che “la scienza non si rassegna alla disinformazione, al fallimento, al tempo, all’autorità, alla ricerca della verità, ma va sempre oltre”, come spiega Fabiola Megna, ideatrice e moderatrice della manifestazione organizzata dalla Libreria BrivioDue con il patrocinio dell’Osservatorio Astronomico della Valle d’Aosta e la collaborazione della Cittadella dei Giovani.

“Credo molto negli incontri con gli autori, sono un momento magico e penso che la cultura si faccia anche con queste presentazioni”, spiega Romaine Pernettaz di BrivioDue. “Credo anche che ci voglia un “upgrade”, e questa rassegna di divulgazione scientifica sarà una bella occasione di presentare le cose in maniera innovativa ed originale, per la cittadinanza ma anche per gli studenti delle scuole”.

Filo conduttore, infatti, sarà la scienza nelle sue tante sfaccettature e discipline (dall’astrobiologia all’astronomia, dal cambiamento climatico all’energia nucleare, fino al rapporto tra arte e scienza) presentata da divulgatori molto presenti sui social (si pensi ad esempio alle famose pagine Facebook Chi ha paura del buio? o L’Avvocato dell’Atomo): “Dobbiamo riappropriarci della visione che la scienza è di tutti, perché riguarda tutti”, prosegue Fabiola Megna. “Quindi non deve essere incomprensibile, c’è bisogno che gli spazi vuoti vadano riempiti dalla divulgazione e non dalla disinformazione, anche per coinvolgere i giovani”.

L’Osservatorio Astronomico è da sempre impegnato nella divulgazione scientifica, motivo per cui il suo appoggio è arrivato prima ancora di conoscere il cartellone, come racconta il direttore della Fondazione “Clément Fillietroz” Jean Marc Christille: “Mi piace definire quello che facciamo noi una slow science, una scienza a chilometri zero. Quello che viene sviluppato nella nostra Fondazione viene poi divulgato quasi subito. Per noi è un lavoro impegnativo, solo un ottimo ricercatore può essere un ottimo divulgatore, perché solo dopo aver metabolizzato alla perfezione un concetto lo si può spiegare ad un pubblico generico. Nella scienza non esiste una verità assoluta ma un’evidenza, e solo presentandola ad un più ampio numero di persone la si può corroborare o meno. Una rassegna come questa fa sì che si possa continuare ad “espandere il verbo”, abbracciando tanti campi del sapere per offrire diversi approcci e punti di vista. Nella popolazione in generale si è perso l’atteggiamento critico e autocritico, bisognerebbe riappropriarsi del metodo scientifico”.

Un metodo che non si riduce solo alla scienza, ma spinge a verificare, confutare, sviluppare una coscienza, ha un indubbio valore sociale, soprattutto per i più giovani. Motivo per cui è arrivato anche il sostegno della Cittadella dei Giovani: “Abbiamo sempre cercato di dedicare l’attenzione a temi di attualità, la chiave della divulgazione scientifica la abbiamo affrontata poco e per noi sarà un’opportunità”, conclude il direttore Jean Frassy. “Ci è piaciuta anche l’idea della vendita di libri, perché crediamo che l’oggetto in sé sia qualcosa che vada valorizzato e che possa offrire un ulteriore approfondimento a quello a cui si è assistito”.

Gli incontri sono gratuiti ed aperti a tutti, e saranno trasmessi in diretta sulla pagina Facebook della Libreria BrivioDue.

LOCANDINA La scienza non si rassegna
LOCANDINA La scienza non si rassegna

Il calendario di “La scienza non si rassegna”

VENERDÌ 7 OTTOBRE – H. 18.00 CITTADELLA DEI GIOVANI
Fabio Nottebella, divulgatore scientifico in ambito astronomico.
Collabora con l’Osservatorio astronomico della Regione autonoma Valle d’Aosta, per cui cura alcune rubriche. Autore del libro “C’è vita nel Sistema solare?” pubblicato a ottobre 2021. Ponendosi la stessa domanda a cui il secolo sta cercando di dare risposta, Nottebella narra la storia di Encelado e di altri mondi oceanici a due passi dalla Terra che potrebbero destare l’attenzione dei più curiosi e interessati in merito alla vita nel Sistema Solare. Dall’astrobiologia al futuro dell’esplorazione spaziale sono i temi di cui scrive in un libro corredato di immagini e rappresentazioni artistiche.

SABATO 15 OTTOBRE – H. 20.30 SALONE DUCALE DEL COMUNE DI AOSTA
Filippo Bonaventura, laureato in Astrofisica all’Università di Trieste, Master di comunicazione della Scienza presso la SISSA di Trieste, è stato coordinatore della rivista “Le Stelle”. Si occupa di divulgazione scientifica e editoria scolastica.
Lorenzo Colombo, laureato in Astrofisica all’Università di Torino, Dottorato in Astronomia presso l’Università di Padova, Master in comunicazione della scienza presso la SISSA di Trieste. Animatore presso infini.to, planetario e museo dell’astronomia di Pino Torinese.
Matteo Miluzio, laureato e Dottorato in Astronomia presso l’Università di Padova. Lavora per la missione spaziale Euclid presso la sede di Madrid dell’Agenzia Spaziale Europea.
Autori della pagina facebook e instagram CHI HA PAURA DEL BUIO (378mila followers su facebook e 95 mila su instagram)
Autori dei libri: “Se tutte le stelle venissero giù”, “L’Universo su misura”, “Houston abbiamo un problema” pubblicato nel maggio 2022. Il tema è l’astronomia, l’ultimo testo tratta in particolare gli errori commessi nella ricerca scientifica che hanno inaspettatamente condotto a straordinarie scoperte

VENERDÌ 21 OTTOBRE – H. 18.00 SALONE DUCALE DEL COMUNE DI AOSTA
Tommaso Orusa, Dottore Forestale e Nivologo. Ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze Forestali e Ambientali dell’Università di Torino, Master di II livello in Sicurezza ambientale. Attualmente dottorando presso l ‘unità di Geomatica e Telerilevamento del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Ambientali dell’Università degli Studi di Torino, borsista di ricerca del gruppo di Energia e Cambiamenti Climatici presso Unito Green Office.
Annalisa Viani, Medico Veterinario, specializzata in Sanità animale presso l’Università degli Studi di Torino, con esperienza nella ricerca tra salute e cambiamenti climatici
Autori, con altri ricercatori e ricercatrici, della guida linguistica e scientifica “Lessico e Nuvole” realizzata dall’Ateneo di Torino per promuovere la comprensione del cambiamento climatico. La guida è una risorsa per insegnanti, giornalisti e comunicatori, amministratori e decisori politici.

SABATO 22 OTTOBRE – H. 18.00 SALONE DUCALE DEL COMUNE DI AOSTA
Paolo Calcidese, Laureato in Fisica, ricercatore e responsabile della Didattica presso l’Osservatorio astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta. In collaborazione con l’INAF si occupa dello studio fotometrico dei Nuclei galattici Attivi. Autore di “Stars, in viaggio tra le stelle”, una raccolta di immagini di galassie e stelle riprese dalla Terra. Le fotografie sono il frutto di due anni di lavoro di un’equipe italiana che, con l’immagine, racconta le principali tappe della vita stellare

VENERDÌ 28 OTTOBRE – h-18.00 CITTADELLA DEI GIOVANI

Alan Zamboni, Fisico e Youtuber. Autore del Canale Youtube Curiuss che tratta argomenti di fisica, dalla termodinamica alla meccanica, passando per la fisica quantistica e l’astronomia.
Con l’associazione atelier pubblica a ottobre 2021 il testo “Fallisci ancora, fallisci meglio”, un lavoro al confine tra ricerca storico-scientifica e divulgazione. Il testo riflette sulla necessità della scienza e della ricerca, lo fa con aneddoti e una narrazione divertente di tre uomini che hanno fatto dello spirito di avventura la propria filosofia.

MERCOLEDÌ 9 NOVEMBRE – H. 18.00 CITTADELLA DEI GIOVANI
Roberto Mercadini, ha conseguito la Laurea in Ingegneria elettronica presso l’Università di Bologna. Attore, autore, Youtuber. Si occupa di divulgazione a tema letterario, artistico e scientifico. Autore dei testi “Bomba atomica”, “Storia perfetta dell’errore”, “Sull’origine della luce è buio pesto”, “L’ingegno e le tenebre”. Il tema affrontato sarà il metodo scientifico come fondamento della ricerca. La serata è anche occasione per presentare la sua ultima pubblicazione.

VENERDÌ 11 NOVEMBRE: – 18.00 CITTADELLA DEI GIOVANI
Luca Romano – Laureato in Fisica, curriculum Astrofisica e Fisica Teorica, presso l’Università di Torino. Master in Giornalismo e Comunicazione della Scienza presso lo IUSS di Ferrara. Nel 2020 apre la pagina Facebook “L’avvocato dell’atomo” (76000 followers su facebook, 106 mila su instagram). Da agosto 2022 è parte del board didattico del Master CBRN (protezione da Eventi Chimici, Biologici, Radiologici e Nucleari) dell’Università di Roma -Tor Vegata. Si occupa principalmente di divulgazione su temi ambientali e relativi all’energia nucleare. Pubblica nell’aprile 2022 “L’Avvocato dell’Atomo – in difesa dell’Energia Nucleare”. Il testo vuole portare nel dibattito pubblico gli elementi scientifici noti sull’Energia Nucleare. Strutturato come un vero processo al nucleare che per difendersi deve tirare in ballo le altre fonti di energia. Chi la spunterà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte