Cultura e spettacolo

Ultima modifica: 14 Agosto 2019 11:17

Land art, gli occhi di Chicco Margaroli si posano sul parco del Castel Savoia

Gressoney-Saint-Jean - È stata inaugurata ieri, martedì 13 agosto, a Gressoney-Saint-Jean, l’installazione ideata dall’artista valdostana che si inserisce nell’ambito del progetto Alcotra Jardins des Alpes, nato per la valorizzazione e la promozione dei giardini botanici.

LandArt Margaroli GressoneyL'installazione di Chicco Margaroli a Gressoney-Saint-Jean

È stata inaugurata ieri, martedì 13 agosto, nel parco di Castel Savoia a Gressoney-Saint-Jean, l’installazione di land art site-specific “Looking For”, ideata dall’artista valdostana Chicco Margaroli, evento che si inserisce nell’ambito del progetto Alcotra Jardins des Alpes portato avanti l’Assessorato regionale all’Ambiente per valorizzare e promuovere i giardini botanici, in questo caso quello che fa da cornice al castello voluto dalla Regina Margherita.

“La scelta artistica della mostra che abbiamo inaugurato – ha spiegato l’Assessore all’Ambiente Albert Chatrian – è un esempio di come si possa fare arte, abbellire, arricchire il nostro paesaggio e il nostro stesso habitat senza ‘consumare’ materiali naturali e soprattutto senza danneggiare l’ambiente. Abbiamo un enorme patrimonio naturale, partiamo da lì per coltivare i nostri sogni e non arrenderci alla paura”.

Il progetto Jardins des Alpes, che coinvolge i principali giardini dell’arco alpino occidentale, è stato pensato per valorizzare i giardini – in quanto custodi ed espressione di un patrimonio naturale unico, qual è la flora alpina, così come mete turistiche – a partire proprio da quello di Castel Savoia e sul suo parco, il più “giovane” tra i quattro valdostani, nato nel 1990 con una funzione prettamente estetica ed ora sottoposto a lavori di miglioramento, anche per renderlo accessibile ai diversamente abili.

“Looking for”, inoltre, ha scelto come materiali su cui far lavorare l’artista blocchi di roccia, quelli che possiamo facilmente trovare nelle passeggiate in montagna.

Accanto alle azioni strutturali nel giardino e nell’edificio vicino Jardins des Alpes prevede anche tutta una serie di iniziative di comunicazione e divulgative: dalla partecipazione ad Euroflora  l’anno scorso, all’organizzazione di eventi estivi che vanno dalle passeggiate naturalistiche alle rappresentazioni teatrali.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>