“Ville Verte”, si chiude la residenza artistica per la rigenerazione urbana di Aosta

Domani, domenica 30 ottobre dalle 10 alle 12.30 la “Pépinère d’Entreprise” di Aosta ospiterà l’esposizione - aperta al pubblico - degli elaborati prodotti nel corso della settimana precedente, chiudendo così il soggiorno d’artista “Ville Verte”.
Ville Verte
Cultura

Domani, domenica 30 ottobre dalle 10 alle 12.30 la “Pépinère d’Entreprise” di Aosta ospiterà l’esposizione – aperta al pubblico – degli elaborati prodotti nel corso della settimana precedente, chiudendo così il soggiorno d’artista Ville Verte”.

Il percorso artistico, cominciato lo scorso 22 ottobre, ha visto otto giovani artisti, provenienti da tutta Italia e selezionati da un’apposita commissione scientifica, lavorare alla progettazione di una proposta artistica che potrà essere realizzata nella città di Aosta. La parte operativa (la realizzazione dei modelli e le lezioni) si è svolta presso la “Pépinère”, mentre i ragazzi sono stati ospitati al Seminario Maggiore del capoluogo.

Il percorso creativo-residenziale di Gabriele Belloni, Yingfei Cai, Lorenzo D’Alba, Caterina
De Donato, Alice Fiou, Ettore Morandi, Graziano Riccelli e Gloria Tamborini è stato inoltre stimolato da una serie di contributi seminariali e laboratoriali forniti da vari professionisti tra i quali Cecilia Guida, professoressa di Storia dell’arte contemporanea ed esperta di Public Art e di arte partecipata; Viviana Vallet, storica dell’arte e dirigente presso la Soprintendenza; Stefano Cagol, artista conosciuto a livello internazionale per i suoi interventi site-specific di arte pubblica e per la sua sensibilità ecologica ed ambientale; Francesco Roviello, titolare della cattedra di Scultura su marmo e sulle pietre dure presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze; Patrik Perret, critico e storico dell’arte attivo nella divulgazione del patrimonio culturale ed artistico locale e Davide Bongiovanni, regista, filmaker e designer.

Gli assessori all’Urbanistica Loris Sartore e ai Lavori pubblici Corrado Cometto hanno delineato le caratteristiche architettoniche e sociologiche delle aree da valorizzare e riqualificare, come i quartieri Cogne e Dora o la zona di viale Europa. Il tutto è stato coordinato dall’ideatore del progetto, il professor Roberto Priod, artista e docente di Scultura presso l’Accademia di Brera a Milano.

Toccherà ora a un’apposita commissione scientifica valutare le proposte di intervento artistico che, se ritenute meritevoli e fattibili, verranno in futuro realizzate. L’iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione comunale di Aosta, l’Assessorato istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, patrocinata dall’Accademia di Belle Arti di Brera e in collaborazione con lo Studio Arsenale di Aosta.

22 ottobre, l’inizio di “Ville Verte”

Lanciata ad inizio mese, sabato 22 ottobre, alla Pépinère d’Entreprise di Aosta ha perso avvio la residenza d’artista Ville Verte. Gli otto artisti, selezionati da un’apposita commissione scientifica, hanno sviluppato fino al 30 ottobre un iter progettuale e creativo di pratica artistica nell’ambito degli interventi urbani e dell’arte pubblica, per elaborare proposte esecutive per la valorizzazione e la riqualificazione di alcune aree specifiche della città di Aosta.

Gli artisti selezionati sono Gabriele Belloni, Yingfei Cai, Lorenzo D’Alba, Caterina De Donato, Alice Fiou, Ettore Morandi, Graziano Riccelli e Gloria Tamborini.

Nasce “Ville Verte”, la residenza artistica per la rigenerazione urbana di Aosta

Si chiama Ville Verte, ed è un progetto del Comune di Aosta in collaborazione con lo Studio Arsenale del capoluogo, il patrocinio dell’Accademia di Belle Arti di Brera ed il sostegno della società Menegoni.

L’idea del progetto è quella di rendere omaggio al pensiero del maestro elvetico adattandolo al contesto aostano, coinvolgendo giovani artisti che immaginino la città di Aosta come una Ville Verte da arricchire, ripensare e promuovere con la propria arte e sensibilità.

Il progetto prevede un soggiorno d’artista durante il quale i partecipanti dovranno realizzare un elaborato progettuale concepito per dialogare con il tessuto urbano della città. Il soggiorno ad Aosta è previsto per otto giovani artisti di età massima 35 anni, compiuti, e durerà otto giorni, da sabato 22 ottobre a sabato 29 ottobre alla “Pépinère d’Entreprise” di Aosta. Un’esposizione finale degli elaborati verrà inaugurata il 30 ottobre.

Le iscrizioni al bando di concorso Ville Verte chiuderanno sabato 8 ottobre, ultimo giorno valido per iscriversi. Gli interessati dovranno far pervenire la propria candidatura compilando l’apposita domanda di partecipazione alla pagina www.villeverte.it. Mercoledì 12 ottobre avverrà invece la comunicazione dei vincitori.

“La storica Zanotto affermava che il volto di Aosta cambia quotidianamente. Le sfide che stiamo affrontando in questo periodo, il Pnrr, Rigenerazione Urbana, la partecipazione
a diversi bandi
aiuteranno in questo percorso, in questo processo, che vogliamo affrontare con la bellezza, con il coinvolgimento di giovani artisti e della popolazione locale per far conoscere al meglio i dettagli degli interventi che seguiranno nei prossimi anni – spiega l’assessore alla Cultura Samuele Tedesco -. Questo progetto è un ulteriore tassello che inseriamo in una logica delle manifestazioni e degli eventi del Comune di Aosta che, sempre, oltre alla performance e al laboratorio, prevede una residenziale di giovani che, navigando per le vie del centro e della periferia, saranno portatori di nuove visioni e sguardi sulla città per l’attuazione di un processo virtuoso di rigenerazione urbana”.

Una risposta

  1. Uno legge “Ville Verte” e pensa subito che finalmente si vogliano ri-piantare gli alberi abbattuti, gestire le aree verdi in modo dignitoso, bagnare le piante esistenti che soffrono come sempre di una siccità spaventosa.
    Niente di tutto ciò, solo chiacchiere e aria fritta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Cultura
Cultura

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte