Cogne Acciai Speciali, borse di studio ai figli dei dipendenti

Ad ogni universitario, in possesso dei requisiti contenuti nel bando, verrà corrisposto dalla CAS un assegno annuale di 5 mila euro.
Cogne Acciai Speciali
Economia

Borse di studio per i figli dei dipendenti della Cogne Acciai Speciali iscritti alla facoltà di ingegneria. L’azienda ha istituito un sussidio economico annuale, al fine di sostenerne il proseguimento e il completamento della formazione universitaria.

In particolare, la borsa di studio verrà assegnata ai giovani, in regola con gli esami e sulla base di determinati parametri di merito, che nella triennale sono iscritti alle tre classi di Laurea in Ingegneria e che, nella Magistrale, abbiano scelto come indirizzo del loro percorso formativo la specialistica in chimica, meccanica e scienze dei materiali.

“La borsa di studio per i futuri Ingegneri figli di nostri dipendenti – dichiara Monica Pirovano, Direttore generale di Cogne Acciai Speciali – vuole essere un concreto riconoscimento per l’impegno e per il merito con i quali questi ragazzi affrontano il loro percorso formativo. L’intento dell’azienda però è anche quello di sostenere le famiglie nell’oneroso sforzo economico che affrontano con il proseguimento degli studi universitari dei propri figli”.

Ad ogni universitario, in possesso dei requisiti contenuti nel bando, verrà corrisposto dalla CAS un assegno annuale di 5 mila euro.

A conclusione degli studi, a seguito dell’ottenimento del Diploma di laurea, la Cogne Acciai Speciali propone ai neo laureati in Ingegneria meccanica, chimica e in Scienza e Ingegneria dei materiali uno stage semestrale in azienda, con la possibilità di un successivo inserimento lavorativo.

“L’azione che la Cogne Acciai Speciali vuole esplicitare con questo nuovo intervento dedicato ai propri dipendenti è anche un investimento futuro – commenta l’AD Eugenio Marzorati -. Il coinvolgimento professionale in azienda dei neo laureati infatti – giovani che oltretutto hanno già un legame familiare con la CAS – pensiamo possa generare un significativo rafforzamento della nostra componente risorse umane. Componente che riteniamo e vogliamo qualificare quale primo coefficiente del nostro sviluppo industriale sostenibile e per la quale crediamo sia giusto investire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia