Il calore di scarto della Cogne alimenterà il teleriscaldamento di Aosta

Siglato un accordo fra Cas e Telcha per il recupero dell’energia termica dai processi produttivi dell'industria valdostana per alimentare la rete di teleriscaldamento di Aosta.
Il tunnel tecnologico
Economia

Accordo fra Cogne Acciai Speciali e Telcha per il recupero dell’energia termica dai processi produttivi dell’industria valdostana per alimentare la rete di teleriscaldamento di Aosta.

 Barbara Marelli (Direttore generale di Telcha), Jean-Francois Chartrain, Monica Pirovano, Matteo Diani (Direttore Impianti e Manutenzione di Cogne Acciai Speciali) e Vincenzo Monreale (Energy manager di Cogne Acciai Speciali)
Barbara Marelli (Direttore generale di Telcha), Jean-Francois Chartrain, Monica Pirovano, Matteo Diani (Direttore Impianti e Manutenzione di Cogne Acciai Speciali) e Vincenzo Monreale (Energy manager di Cogne Acciai Speciali)

Il sistema di teleriscaldamento di Telcha beneficerà del calore recuperato dai circuiti di raffreddamento dell’acciaieria, riducendo le emissioni di CO2 in atmosfera. Cogne Acciai Speciali adatterà invece il suo sistema di convogliamento dei fumi del forno fusorio dell’acciaieria e installerà un sistema a circuito chiuso idoneo a recuperare il calore in eccesso e cederlo all’impianto di teleriscaldamento Telcha.

Il progetto – la durata dell’accordo è decennale “permetterà di ridurre di oltre tremila tonnellate le emissioni di CO2 ogni anno, un impatto pari a 66.000 alberi piantumati. – spiega una nota delle due società .-
Una sinergia virtuosa tra due realtà impegnate per il territorio che ha trasformato la visione condivisa in un progetto concreto, sostenibile e a beneficio dell’intera comunità. Un modello unico di economia circolare per dare valore alla città di Aosta”.

 

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte