La Regione ha disposto lo stralcio dei debiti a ruolo fino a 1.000 euro

L’annullamento delle sanzioni e degli interessi riguarda essenzialmente i debiti sulle tasse automobilistiche dovute per gli anni di imposta 2010, 2011 e parte del 2012 - spiega la Regione -. L’importo complessivo dei mancati pagamenti nel periodo individuato risulta di importo contenuto, circa 90mila euro.
Palazzo della regione
Economia

La Giunta regionale ha disposto l’annullamento automatico delle sanzioni e degli interessi di mora riguardo i debiti iscritti a ruolo di importo complessivo residuo sino a 1.000 euro, secondo quanto stabilito Legge di Bilancio di previsione dello Stato per gli anni finanziari 2023/25.

A comunicarlo l’Assessorato delle Finanze. “Grazie alle azioni che la Regione Valle d’Aosta, sin dal 2013, ha messo in campo per aumentare la consapevolezza del danno arrecato alla comunità dal mancato pagamento delle tasse dovute, l’importo complessivo dei mancati pagamenti nel periodo individuato risulta di importo contenuto, circa 90.000 euro”, spiega una nota.

“Resta inteso che i contribuenti debitori dovranno versare soltanto le somme riferite ai singoli tributi, oltre alle spese dovute all’agente della riscossione per la notifica delle cartelle e per le eventuali procedure esecutive effettuate” si legge ancora.

Riguardo i debiti tributari interessati dalla manovra, la Regione spiega che “l’annullamento delle sanzioni e degli interessi riguarda essenzialmente i debiti riferiti alle tasse automobilistiche dovute per gli anni di imposta 2010, 2011 e parte del 2012”.

Una risposta

  1. Bravi come sempre, fate pena, per non dire peggio, adesso restituite i soldi a chi ha pagato, facendo sacrifici. Ma andate a vedere chi non ha pagato, mica sono tutti dei poveracci, c’è chi ha l’ iPhone 14 e chi ha il macchinone, e poi se si deve pagare si paga e basta, ma svegliatevi, 90000 sono pochi secondo l’assessore alle finanze, ma cosa sta dicendo, ci avete imbrogliato un altra volta, lo dico a nome di tutti quei cittadini che pagano le tasse. Vergogna!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte