Ottobre positivo per ingressi e volume di gioco al Casinò de la Vallée

La Roulette Francese è stato letteralmente sbancata dalla Clientela, crescono i Giochi americani, negativo invece il dato dei Giochi Elettronici per le numerose vincite, oltre 180 mila Euro negli ultimi due giorni.
Casinò di Saint Vincent
Economia
Il Casino de la Vallée registra nel mesi di ottobre dati positivi alle voci Ingressi e Volume di Gioco che segnano rispettivamente quota 49.274, in crescita su base mensile del 10,9% (su base annua del 4,4%), e un positivo 5,38% per il volume di gioco.  “Si tratta di due indicatori molto importanti – scrivono dal Casinò de la Vallée – che confermano una ritrovata attrattività del Casinò di Saint-Vincent nei confronti del mercato di riferimento, a dispetto della congiuntura economica sempre più negativa”. I dati del mese di ottobre restano allineati alle previsioni in tema di business plan annuale registrano proventi lordi di gioco mensili pari a 6.719.371 euro, la flessione nei primi dieci mesi dell'anno è del 9,96% rispetto al 2008.
Ha condizionato il risultato mensile la performance fortemente negativa messa a segno dalla Roulette Francese, gioco che è stato letteralmente sbancato dalla Clientela – si legge in una nota –  Positive le performance della Fairoulette, dello Chemin de fer, dopo lungo tempo, e del comparto Poker, sia per il Cash Game che per i Tornei”. Crescono invece i Giochi americani, in particolare il Black Jack e il Punto Banco con un +30,4% e +8,94%.
Negativo invece il dato dei Giochi Elettronici, nonostante la significativa crescita del volume di gioco registrata per il comparto (+18,4%), che, in termini di risultato, è stato penalizzato dal pagamento di numerose vincite, anche per importi importanti (oltre 180 mila Euro negli ultimi due giorni).
Tra gli ultimi colpi fortunati per la clientela figura la vincita di circa 44mila euro di una cliente 55 enne, residente a Torino.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia