Rinnovato contratto degli alimentaristi, 350 i valdostani interessati

E’ stato rinnovato il contratto collettivo nazionale dei lavoratori del settore alimentare.Il nuovo contratto è operativo da giovedì 1° ottobre.
Economia
La settimana scorsa è stato rinnovato unitariamente il contratto collettivo nazionale di lavoro dell’industria alimentare. In Italia i soggetti interessati sono circa 400 mila, in Valle sono 350 persone. Il nuovo contratto vincola un aumento economico per il triennio di 142 euro a livello medio, nonché l’istituzione del nuovo fondo sanitario nazionale della categoria. Verranno poi erogati 227 euro per la vacanza contrattuale, sotto forma di una tantum. “Questo contratto – scrivono le segreterie regionali di Fai-Cisl Flai-Cgil e Savt-Alim – da continuità e maggiore dignità ai lavoratori, sia a livello collettivo che individuale”. Il nuovo contratto diventa operativo da oggi, giovedì 1° ottobre.
Le organizzazioni sindacali valdostane esprino “soddisfazione per i risultati raggiunti da questo accordo che dovrà essere da esempio per tutti gli altri, con una rinnovata azione sindacale unitaria. Uniti, con le nostre diversità.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Economia
Economia