Vigili del Fuoco in stato di agitazione, il Segretario nazionale Conapo: “Viérin batta un colpo”

“Chiediamo uno stanziamento specifico ed aggiuntivo per i vigili del fuoco valdostani – scrive in un comunicato Antonio Brizzi – ai quali la regione deve garantire almeno gli stessi istituti retributivi riconosciuti ai pompieri dello Stato”.
Economia, Politica

I Vigili del Fuoco sono in “stato di agitazione”come annunciato dalle sigle sindacali venerdì scorso, 15 giugno – e aspettano una risposta alle loro richieste. Domanda che fanno “tirando per la giacchetta” direttamente il Presidente della regione Laurent Viérin, passando per le sigle sindacali nazionali: “Chiediamo uno stanziamento specifico ed aggiuntivo per i vigili del fuoco valdostani – scrive in un comunicato il Segretario nazionale del Sindacato autonomo dei vigili del fuoco Conapo Antonio Brizzi – ai quali la regione Valle d’Aosta deve garantire almeno gli stessi istituti retributivi che il governo nazionale ha recentemente riconosciuto ai pompieri dello Stato”.  

Da qui l’appello diretto a Viérin: “Serve una modifica legislativa regionale che preveda l’adeguamento automatico delle indennità fisse e accessorie a quelle previste per il Corpo nazionale dei vigili del fuoco – prosegue la nota di Brizzi –, come hanno già anche i pompieri del Trentino. Hanno quindi ragione i sindacati Funzione Pubblica Cgil Valle d'Aosta, Funzione Pubblica Cisl Valle d'Aosta, Uil Fpl Valle d'Aosta, Fp Savt, Fialp Sivder e Conapo a protestare duramente in difesa dei pompieri. Ma siccome il problema lo si può risolvere solo con un atto legislativo, chiediamo al presidente Viérin di battere un colpo e assumere le redini della questione”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Economia

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte