Alla squadra della Cogne il premio “Stella nascente” nella First Lego league challenge

Durante la finale nazionale piacentina di questo fine settimana, le ragazze e i ragazzi iscritti al doposcuola dell’azienda si sono distinti con un progetto dai risvolti green che guardava a fotovoltaico e idrogeno quali nuove alternative industriali al gas naturale.
Lo “Steel team”
Lavoro

È stato acclamato quale nuova “Stella nascente” della First Lego league challenge il valdostano “Steel team”, squadra di giovanissimi composta dai figli dei dipendenti della Cogne acciai speciali. Durante le fasi finali del campionato di scienza e robotica Lego svoltesi il passato fine settimana a Piacenza, le ragazze e i ragazzi frequentanti il doposcuola dell’azienda hanno saputo convincere la giuria con un progetto dai risvolti green proiettato proprio nel futuro dello stabilimento aostano.

Grazie al coordinamento e al supporto di Cristina D’Arienzo e Luca Salvemini, i partecipanti si sono cimentati in una sfida con le altre ventisette squadre in gara nella ricerca di soluzioni innovative per produrre e conservare l’energia. Durante un primo confronto con gli ingegneri e tecnici esperti della Cas Matteo Diani e Vincenzo Morreale, lo “Steel team” ha analizzato le soluzioni energetiche in fase di sviluppo da parte dell’azienda regionale, optando poi per un focus su ambiente e sostenibilità rilevatosi vincente: la costruzione Lego league così realizzata guardava all’impiego nei forni di riscaldo e trattamento termico di impianti fotovoltaici ed energia solare e di idrogeno quali alternative al più inquinante gas naturale e alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

Cristina D’Arienzo e Luca Salvemini
Cristina D’Arienzo e Luca Salvemini

I ragazzi dello “Steel team” hanno ricevuto le congratulazioni dei vertici della Cas, dettisi convinti che quello di “coinvolgimento e sensibilizzazione delle nuove generazioni sulle tematiche energetiche e sull’uso delle fonti rinnovabili sia un percorso utile e imprescindibile per una visione più sostenibile del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e da Googlepolitica sulla riservatezza ETermini di servizio fare domanda a.

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte