800.916.411 risponde Allonuit! Il servizio entrerà in funzione lunedì 28 aprile

Sperimentale per 26 settimane, il servizio di trasporto a chiamata funzionerà ad Aosta e nei comuni della Plaine (Brissogne, Jovencan, Pollein, Roisan, Saint-Christophe, Sarre, Gignod, Gressan, Charvensod, Aymavilles e Quart), dalle 20 fino 6 del mattino
Alberto Follien e Ennio Pastoret
Politica

800.916.411 è il numero verde che da lunedì 28 aprile prossimo, il popolo della notte, ma non solo, potrà chiamare per usufruire del servizio di trasporto  pubblico a chiamata, Allô Nuit.
Il servizio, sperimentale per 26 settimane ovvero fino al 26 ottobre, funzionerà nel comune di Aosta e nei comuni della Plaine (Brissogne, Jovencan, Pollein, Roisan, Saint-Christophe, Sarre, Gignod, Gressan, Charvensod, Aymavilles e Quart), dalle 20 fino al 6 del mattino.

Il prezzo della corsa va da un 1 fino alle 2.50 euro e dipenderà dal numero di passeggeri e dall’orario.
A promuovere il servizio è l’Assessorato regionale ai Trasporti in collaborazione con il Comune di Aosta e la Svap.
I  mezzi impiegati nel servizio, fino a un massimo di 4, sono tutti dotati di Gps “per meglio gestire le chiamate” .

“Allo nuit vuole dimostrare –
ha sottolineato l’Assessore regionale ai Trasporti, Ennio Pastoret  –  che si può viaggiare con i mezzi pubblici. Dopo il successo di Allo Bus abbiamo voluto dare una risposta al popolo della notte ma anche a quanti di notte lavorano e agli adulti che frequentano locali e ristoranti. Speriamo inoltre che il servizio possa invogliare la gente a migliorare la propria vita di relazione.”

“E’ un servizio di tutti ma soprattutto dei giovani– ha sottolineato l’Assessore comunale alle Opere pubbliche, Alberto Follien – che ha tra i suoi obiettivi anche quello di tranquilizzare i genitori dei ragazzi, per i quali il rientro a casa dei loro figli il venerdì e il sabato notte è diventato, specie negli ultimi anni, un momento delicato”

Gli utenti potenziali di Allo nuit, secondo i calcoli dell’Assessorato ai Trasporti, si aggirano intorno alle 60mila persone che si cercherà di informare attraverso la distribuzione di 10.000 depliant nei locali notturni, nei ristoranti, alberghi, Aiat, Consorzi turistici e nelle associazioni giovanili.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte