Alpe: “Rollandin si accorge solo ora di un problema già noto”

Non si è fatto attendere molto il giudizio dell’Alpe sul botta e risposta andato in scena tra ieri pomeriggio e questa mattina tra il Pdl e il presidente della Regione, Augusto Rollandin, sulla manovra finanziaria.
Politica

“Purtroppo il Governo regionale ha scelto di condividere cammino e identità con certi soggetti e adesso ne paga le conseguenze: il presidente Rollandin si trova nella morsa formata dai suoi alleati romani e da quelli di Place Deffeyes che non esistano a sostenere i loro vertici di partito e a puntare con decisione l’indice contro il loro capo dell’Esecutivo valdostano”.

Non si è fatto attendere molto il giudizio dell’Alpe sul botta e risposta andato in scena tra ieri pomeriggio e questa mattina tra il Pdl e il presidente della Regione, Augusto Rollandin.

“Quello tra Union Valdôtaine e PdL è un matrimonio d’interesse che ha del paradossale, vista la storia dei due movimenti: che le due parti litighino furiosamente per una questione di soldi è un paradosso nel paradosso”. Ha esordito cosi il presidente del partito, Carlo Perrin, in una nota rilasciata questo pomeriggio.

“Quando il presidente Rollandin si riferisce alla manovra finanziaria definendola “devastante” e chiamandola pietra tombale del federalismo fiscale – ha continuato Perrin – non fa che aprire gli occhi di fronte a una questione che il nostro Movimento aveva a più riprese sollevato molto tempo fa: quello con Roma e i suoi palazzi è un abbraccio che può essere mortale per la Valle d’Aosta.

Secondo l’Alpe, “il mancato rispetto verso le Autonomie speciali non è una novità nella storia del Governo nazionale: i poteri del nostro sistema di Autonomia non aumentano, in compenso Berlusconi e i suoi ministri non perdono occasione per stringere rubinetti e passare sopra accordi e buon senso”.

In conclusione, Perrin invita a non prendere sottogamba la questione, ricordando che “la popolazione valdostana potrebbe pagare ancora una volta sulla propria pelle gli effetti che la sciagurata manovra avrà su servizi di grande importanza: sanità, trasporti e sostegno alle imprese. Equilibrismi e alleanze spericolate rischiano alla fine di fare sentire i propri effetti solo sulle tasche dei cittadini”.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte