“Buona Scuola”, Viérin: “Atteggiamento contraddittorio del senatore Lanièce”

Viérin parla di "occasione persa per la Valle d'Aosta, che ha sostenuto questa riforma, malgrado la grande contrarietà del mondo scolastico valdostano, dimostrando poco rispetto per chi opera e vive quotidianamente la scuola."
Politica

"La Valle d’Aosta ha di fatto sostenuto una riforma con molti aspetti negativi, e poco rispettosa del mondo della scuola e degli insegnanti, e malgrado il non inserimento delle richieste valdostane, giustificando il voto favorevole sulla base di semplici rassicurazioni verbali". Così in una nota Laurent Viérin per il gruppo Uvp commenta il voto favorevole espresso ieri dal Senatore valdostano, Albert Lanièce. 

"Questo voto infatti si è manifestato malgrado l’ampio dibattito tenutosi in Consiglio Valle, che ancora una volta risulta organo svuotato di contenuto e significato" sottolinea il consigliere regionale. " Si è infatti votata una riforma con molti aspetti negativi, anche per la Valle d’Aosta, malgrado le proposte della stessa Valle d’Aosta, contenute in un emendamento, non siano state minimamente prese in considerazione. E tutto ciò, soprattutto, malgrado le rassicurazioni, arrivate, appunto, in Consiglio, da parte del Governo regionale, di garantire un eventuale voto favorevole in Senato, su questo provvedimento, solo in caso di recepimento in toto dell’emendamento presentato dalla Valle d’Aosta."

Viérin conclude, quindi, la nota parlando di "occasione persa per la Valle d’Aosta, che ha sostenuto questa riforma, malgrado la grande contrarietà del mondo scolastico valdostano, dimostrando poco rispetto per chi opera e vive quotidianamente la scuola."

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica