Cantieri forestali, con il nuovo piano 2021-2023 aumentate le giornate lavorative

L'importo presunto è di circa 12 mln. Saranno impiegati 375 operai a tempo determinato per 140 giornate lavorative, 66 operai a tempo indeterminato e 39 impiegati forestali assunti con contratto degli addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestali.
operai forestali
Politica

Saranno 375 i lavoratori a tempo determinato, nel periodo da marzo a dicembre, che verranno assunti nell’ambito del Piano 2021/2023 dei cantieri forestali, che ha ottenuto oggi, lunedì 1° febbraio, il via libera dalla Giunta regionale. La scorsa settimana, il documento aveva ottenuto il parere favorevole all’unanimità da parte del terza Commissione Assetto del territorio.

Rispetto all’anno scorso c’è stato un aumento delle giornate lavorative di ogni operaio, da 130 a 140. Per la prima volta, inoltre, il Piano contiene il programma puntuale delle attività che saranno realizzate nei tre anni.
Sono previsti 350 interventi per ogni annualità, individuati sulla base delle esigenze espresse dai Comuni, dai Consorzi di miglioramento fondiario, dalle stazioni forestali e dalle strutture del Dipartimento risorse naturali. Si tratta di lavori necessari per garantire la cura e la valorizzazione del territorio regionale: manutenzione della rete sentieristica, sistemazioni idrauliche, attività sulle aree verdi, tutela delle aree protette e delle piante monumentali, conservazione della risorsa boschiva.

“L’approvazione oggi del Piano dei lavori forestali rappresenta un passaggio atteso e importante, in quanto assicura quell’attenzione al territorio che nelle nostra regione deve rappresentare sempre una priorità – commenta l’Assessore Davide Sapinet – . Innanzitutto, dal punto di vista della sicurezza, perché solo intervenendo con continuità e in modo capillare riusciamo a garantire stabilità ad aree fragili e sottoposte alla minaccia degli eventi atmosferici. Poi, perché la cura dell’ambiente, il nostro bene più prezioso, non va a vantaggio solo dei residenti ma ha delle ricadute su settori economici vitali come il turismo e l’agricoltura”.

Da domani, gli uffici competenti inizieranno a contattare gli operai collocati nelle graduatorie vigenti a seguito delle selezioni, che saranno poi sottoposti a visita medica preventiva. I cantieri saranno avviati in modo scaglionato tra marzo e aprile.

Per la realizzazione degli interventi, l’impegno finanziario per il 2021 ammonta a 11 milioni 900 mila euro e la stessa cifra è già stata prenotata per gli anni 2022 e 2023. L’importo include, oltre all’assunzione dei 375 operai a tempo determinato, l’impiego di 66 operai a tempo indeterminato di cui alla dotazione prevista e 39 impiegati forestali assunti con contratto degli addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestali, i costi per l’acquisto del materiale e delle attrezzature, la manutenzione ordinaria e straordinaria degli automezzi e delle attrezzature per il funzionamento dei cantieri e dei magazzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte