Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 31 Luglio 2020 12:12

Carenza di medici di famiglia, disagi per gli abitanti di Pontey

Pontey - A farsi portavoce delle segnalazioni è il primo cittadino Rudy Tillier che auspica da parte dell'Assessorato alla Sanità la nomina di un medico sostituto esterno

L’assenza prolungata per malattia di un medico di medicina generale e il pensionamento di un altro stanno creando disagi agli abitanti del comune di Pontey. A farsi portavoce delle segnalazioni è il primo cittadino Rudy Tillier.

“Il Comune di Pontey è proprietario di un ambulatorio medico (confinante con la Microcomunità per anziani) che affitta da diversi anni, ad un prezzo tutto sommato contenuto vista la finalità, a tutti i medici di base interessati a garantire un servizio più di prossimità verso l’utenza, è facilmente raggiungibile e dispone di ampio parcheggio. Attualmente sono due i medici di medicina generale che utilizzano tale spazio” ricorda il primo cittadino.  “Purtroppo da diversi mesi a questa parte è assente per malattia uno dei medici di medicina generale affittuario dell’ambulatorio e la Regione e Ausl avevano trovato una soluzione nominando un medico sostitutivo esterno, molto apprezzato, ma tuttavia solo fino al 19 luglio”.

Il medico, infatti, su richiesta del Comune di Valtournenche e con incarico Ausl, è stato collocato presso il Centro traumatologico di Breuil-Cervinia come guardia turistica.

“Ben venga questo tutto ciò perché siamo una Regione a vocazione turistica ed è giusto fornire anche questo tipo di servizio, tuttavia occorre intervenire urgentemente nominando un altro medico esterno, tenuto conto che trattasi di un’assistenza primaria. – prosegue Tillier –  Gli utenti, soprattutto gli anziani e malati sono disorientati: ogni settimana devono informarsi quale tra gli altri medici di assistenza aggregati in associazione provvede alla sostituzione perdendo la fondamentale continuità di presa in carico che caratterizza la scelta del medico curante.
Inoltre, spesso devono dipendere da altre persone per spostarsi in altri Comuni per raggiungere tali ambulatori”.

L’auspicio del primo cittadino è che l’Assessorato alla Sanità provveda “celermente alla nomina di un medico sostituto esterno e che successivamente valutino attentamente la situazione complessiva non solo di Pontey, ma anche della zona limitrofa, perché tali problematiche non riguardano solo il mio paese.”

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>