Criteri colori regioni, Lavevaz: “Tenere conto solo dei casi fra i residenti”

Presentato dalla Regione Valle d'Aosta, e condiviso dalla Conferenza delle Regioni, un emendamento che prevede che nel calcolo dell'incidenza sui 100.000 abitanti si faccia riferimento unicamente alla popolazione residente.
Tampone, coronavirus
Politica

Nella valutazione della situazione epidemiologica di una regione si tenga conto solo dei casi registrati fra la popolazione residente e non fra i turisti. E’ quanto chiedono al Governo le regioni con un emendamento al disegno di legge di conversione dell’ultimo decreto Covid del Consiglio dei Ministri, che ha rivisto i parametri per i cambi di colore delle regioni.  L’iniziativa è stata presentata dalla Valle d’Aosta e condivisa dalla Conferenza regioni

“Chiediamo che nella valutazione si tenga unicamente conto dei casi registrati tra la popolazione residente:  – sottolinea il Presidente della Regione Erik Lavevaz – il calcolo dell’incidenza sui 100.000 abitanti fa riferimento unicamente alla popolazione residente, che è molto diversa da quella fluttuante in un periodo turistico per una realtà come la Valle d’Aosta. Adesso ci aspettiamo che il Governo accolga questa istanza, che va a rimediare a un disequilibrio altrimenti insopportabile”.

Degli 83 casi attualmente positivi oggi in Valle d’Aosta, una ventina circa riguarda turisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica