Politica di Redazione AostaSera |

Ultima modifica: 5 Maggio 2021 10:30

Decreto riaperture, la VdA chiede di eliminare l’automatismo dei 250 casi per la zona rossa

Aosta - Gli uffici regionali hanno presentato un emendamento, approvato, alla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. L'altra proposta riguarda il prolungamento a 12 mesi del Green Pass.

Centro AostaCentro Aosta

Mentre il governo nazionale annuncia un emendamento, nel passaggio di conversione in Parlamento del decreto riaperture, per consentire ai parenti di tornare a far visita ai propri cari nelle strutture per anziani, il governo regionale riesce a farsi approvare dalla Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome due ulteriori proposte di modifica.

“Tali proposte emendative, tenendo conto delle specifiche condizioni regionali, permetterebbero una valutazione più coerente con la reale situazione epidemiologica locale, – spiega una nota della Regione –  con particolare riferimento alla classificazione delle zone di colore”.

Il primo emendamento prevede che possa venir meno l’automatismo dell’introduzione della zona rossa legata al solo valore numerico dei 250 casi per 100.000 abitanti, nei casi in cui gli altri indicatori di monitoraggio (come ad esempio l’RT puntuale) siano compatibili, invece, con uno scenario di tipo 1 (basso rischio), ai sensi del documento “Prevenzione e risposta a Covid-19”.

Il secondo emendamento è, invece, volto a richiedere di prolungare la validità del certificato verde Covid-19 a far data dal completamento del ciclo vaccinale a 12 mesi (in sostituzione dei 6 mesi attualmente previsti), coerentemente con quanto approvato dal Parlamento europeo giovedì 29 aprile u.s. per il Certificato EU Covid-19 “Green Pass”.

“Confidiamo che gli emendamenti da noi proposti e approvati in Commissione Salute – sottolinea l’Assessore Roberto Alessandro Barmasse – riescano a ottenere quell’occhio di riguardo che il nostro contesto regionale, così specifico, merita. Contesto che non sempre consente di applicare tout court le norme approvate a livello nazionale, senza che questo comporti penalizzanti ripercussioni per la nostra realtà”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo