Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 17 Luglio 2021 11:33

Dimissioni Timpano, il Pd sarà commissariato fino al 7 dicembre

Aosta - A darne conferma Stefano Vaccari, ex senatore dem, membro della Direzione nazionale del Partito e responsabile dell’organizzazione: "Abbiamo avviato il percorso per commissariamento che nel giro di qualche giorno sarà comunicato”.

Pd

Per il Partito democratico, dopo le dimissioni comunicate agli organi di informazione nella serata di ieri della Segretaria Sara Timpano, sarà commissariamento fino al 7 dicembre 2021.

A darne conferma – l’ipotesi circolava da tempo attorno al Pd locale – Stefano Vaccari, ex senatore dem, membro della Direzione nazionale del Partito e responsabile dell’organizzazione.

“Dopo le dimissioni di Sara Timpano – ha spiegato, raggiunto telefonicamente – abbiamo avviato il percorso per il commissariamento che nel giro di qualche giorno sarà comunicato”. Atto che, spiega ancora Vaccari, “comporta l’azzeramento del direttivo esistente, affinché il commissario possa determinare il percorso che porterà al Congresso, entro il 7 dicembre 2021”.

In mattinata, la Segretaria dimissionaria Timpano aveva spiegato: “Il Commissariamento? L’idea mi era già venuta da un po’ perché qui ci sono parti del Pd che non vogliono discutere, non solo con me, ma con nessuno. Serve sicuramente una scossa”.

Iscriviti alla nostra newsletter

* indicates required

Non daremo mai i tuoi dati a terzi e ti promettiamo che non ti disturberemo inutilmente e che non ti faremo mai perdere tempo.


Puoi cancellarti in ogni momento da questa lista, cliccando nel link che trovi al fondo di ogni mail che ti inviamo. Per avere tutte le informazioni a proposito della nostra "policy" in termini di privacy, puoi andare sul nostro sito www.aostasera.it

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing: significa che è lo strumento con cui ti mandiamo le mail. Cliccando qui sotto su "Mi iscrivo", confermi di essere al corrente del fatto che gestiremo le informazioni che ci hai lasciato qui attraverso Mailchimp. Se voi scoprire di più sulla Privacy Policy di Mailchimp, clicca qui

Commenta questo articolo