“Election Day” a settembre, Italia Viva dice “no”

In una nota i coordinatori Mombelloni e Sandri spiegano: “Accoppiare poi le elezioni regionali, che hanno un forte carattere politico, con quelle comunali significa non garantire quella chiarezza di confronto necessaria a scelte realmente democratiche".
elezioni - Immagine di archivio
Politica

Se all’interno del Consiglio regionale i movimenti i stanno interrogando sull’opportunità – ad oggi ancora un’ipotesi – di un unico “Election Day” a settembre che accorpi Regionali, Comunali e Referendum, fuori dalle mura di piazza Deffeyes arriva il primo “no”.

A scuotere il capo – in una nota firmata dai coordinatori regionali Anita Mombelloni e Giovanni Sandri – è Italia Viva Valle d’Aosta, che spiega come le elezioni anzitutto siano “un elemento decisivo di democrazia, soprattutto nella crisi di un sistema di potere quarantennale e di fronte alla possibilità di un cambiamento radicale della politica regionale”.

Per questo Italia Viva chiede “che le elezioni si svolgano nei tempi opportuni allo svolgimento di una campagna elettorale ampia e partecipata, che consenta alle elettrici ed agli elettori di fare scelte meditate. E questo non è possibile a settembre”.

Non solo, Sandri e Mombelloni aggiungono: “Accoppiare poi le elezioni regionali, che hanno un forte carattere politico, con quelle comunali che affrontano tematiche amministrative e locali, significa non garantire quella chiarezza di confronto necessaria a scelte realmente democratiche.

I movimenti e partiti che hanno messo in stallo la Regione si devono assumere tutte le loro responsabilità e farsi giudicare dal voto popolare espresso nel modo più consapevole possibile; ciò non è possibile né durante l’estate né accoppiando elezioni profondamente differenti, ma calendarizzando il voto in due date autunnali sufficientemente distanziate”.

“Ancora una volta l’attuale élite politica dimentica le competenze statutarie in tema di elezioni degli enti locali, né rivendica un rispetto istituzionale per l’autonomia speciale”, chiude Italia Viva.

0 risposte

  1. Di questi tempi bisognerebbe pensare sopratutto al risparmio nell’accorpare le
    varie elezioni in un solo giorno e magari investire gli euro risparmiati per esempio
    nella sanita’.
    Signori politici state pur certi che i Valdostani non hanno problemi a votare
    referendum-regionali-comunali in un unica tornata elettorale vi state arrampicando
    inutilmente sugli specchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte