Politica, Speciale Fiera di Sant'Orso

Ultima modifica: 18 Gennaio 2018 12:48

Fiera di Sant’Orso, quest’anno il percorso si allarga a via Martinet

Aosta - A spiegarlo il Sindaco Centoz, che annuncia 15 banchi di espositori nella via. Per piazza Roncas, che vedrà il padiglione della Pro loco, la fine dei lavori di riqualificazione è previsto in primavera. Minoranza critica: "Si chieda scusa ai commercianti".

Immagine di archivio

Una piazza quasi interamente fruibile, ed un percorso della Fiera di Sant’Orso che cresce. A spiegarlo in Consiglio comunale di Aosta, rispondendo ad una mozione del MoVimento 5 Stelle è il Sindaco del Capoluogo Fulvio centoz.

La mozione “Lettere a Babbo Centoz” si basava sul disappunto esternato dai commercianti di piazza Roncas e via Martinet sia per lo stato dei lavori di rifacimento della piazza, sia per la preoccupazione che la zona venisse tagliata fuori dal circuito turistico della “Millenaria”.

Centoz spiega: “I lavori in piazza Roncas sono in fase di conclusione, proprio per valorizzare la zona. È stato un iter troppo lungo, non ci nascondiamo dietro un dito, ma tre quarti della piazza è libera, l’ulteriore parte verrà liberata per la Fiera e resterà inagibile solo per la parte vicino al lavatoio. Tutto il resto, anche la strada che si immette in via Martinet, sarà resa fruibile a tutti”.

L’apertura complessiva della piazza è prevista per la primavera, mentre una novità si vedrà proprio a Sant’Orso: “I commercianti – chiude Centoz – hanno sempre chiesto di valorizzare la zona aumentando percorso-fiera fino al termine di via Martinet. La competenza è della Regione ma dopo diversi incontri piazza Roncas ospiterà il padiglione Pro Loco, come gli altri anni, per la ristorazione, in una piazza più decorosa. La Fiera arriverà anche in via Martinet, con l’allestimento di 15 banchi di espositori”.

Fattore che non persuade comunque l’opposizione: “Sono passati 5 anni – attacca Andrione –, dovete chiedere scusa perché i commercianti sono esasperati. Come fanno ad accontentarsi semplicemente di promesse?”.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>