Politica di Luca Ventrice |

Ultima modifica: 2 Agosto 2019 16:47

Impianti sportivi, Aosta mette mano al portafogli: stanziati 389mila euro per la manutenzione

Aosta - A deciderlo ieri – giovedì 1° agosto – la Giunta del Capoluogo che ha approvato l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria per lo stadio "Puchoz", campo di atletica “Tesolin” e le palestre di via Volontari del sangue, Liconi, Binel ed il PalaMiozzi.

Stadio PuchozStadio Puchoz

389mila euro sul piatto per rimettere in sesto gli impianti sportivi di Aosta. A deciderlo ieri – giovedì 1° agosto – la Giunta del Capoluogo che ha approvato l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria delle strutture cittadine gestite direttamente dal Comune.

Gli impianti all’aria aperta

Tesolin
Tesolin

Nel dettaglio, per quanto riguarda lo stadio comunaleMario Puchoz” sono previsti il rifacimento degli accessi agli spogliatoi, la sostituzione delle tubazioni dell’impianto idrosanitario e la manutenzione straordinaria dei pavimenti non piastrellati, delle murature e del tunnel di uscita degli atleti.

Restando “en plein air” ulteriori interventi interesseranno il campo di atleticaEttore Tesolin” di regione Tsambarlet. In questo caso i lavori si focalizzeranno sulle sistemazioni esterne della zona degli spogliatoi e dell’area della pista, sulla sostituzione dei serramenti guasti, la tinteggiatura impermeabile delle pareti non piastrellate, il ripristino delle piastrelle staccate e la sistemazione esterna della zona dove si trova l’ufficio del direttore.

Gli interventi sulle palestre

Palestra via Volontari del Sangue

Sul versante degli impiantiindoor”, invece, la palestra di via Volontari del Sangue vedrà una serie di interventi che vanno dal ripristino della parete esterna a Sud e del re-inerbimento della zona verde sul lato Nord, alla tinteggiatura della scala che collega il magazzino comunale al piano terreno, degli spogliatoi e della sala polivalente con i relativi corridoi, ma anche il rifacimento del pavimento in piastrelle del corridoio degli spogliatoi, fino alla manutenzione straordinaria del muretto sul lato Nord e delle recinzioni sul lato Sud con i relativi cordoli.

Lavori sostanziosi anche per la palestraFranco Assaledi via Liconi, nella quale il Comune procederà alla sostituzione dei serramenti obsoleti o guasti, alla tinteggiatura della sala palestra, del deposito dei locali adibiti a spogliatoio e dei corridoi, all’impermeabilizzazione della soletta e della parete a contatto con la zona verde, al rifacimento dell’impianto idrosanitario degli spogliatoi e alla sostituzione del portone di ingresso.

La fiancata del PalaMiozzi, ad Aosta

Spostandosi nel quartiere Dora, il palazzetto intitolato a “Luca Miozzi” – dopo l’intervento dell’agosto scorso sul tetto – vedrà il completamento del restauro degli spogliatoi, il rifacimento dei cordoli e della recinzione, la sostituzione dei corpi riscaldanti rumorosi, la revisione dell’impianto elettrico del riscaldamento e il ripristino della tinteggiatura della sala della palestra.

Per quanto concerne la palestraPeila-Pressendo” di via Binel, verranno invece operati il rifacimento dei pilastri del cancello sul lato Sud, la manutenzione dell’area verde a Nord e delle grondaie, l’incasso delle canaline elettriche nella sala polivalente e tinteggiature varie, tra cui quella dello stesso salone.

Tutti interventiin house” – scrive l’Amministrazione – “condotti da professionalità interne al Comune di Aosta, dipendenti del servizio Sport dotate delle competenze adeguate al ruolo, con il supporto, laddove necessario, di personale dell’Area T2 ‘Sviluppo e Gestione del territorio, Stabili e Impianti’”.

Soddisfatto l’assessore allo Sport Carlo Marzi: “Si tratta di un provvedimento di grande rilevanza perché finalmente riusciamo a fornire una risposta concreta e strutturata sull’intera impiantistica a gestione diretta alle legittime aspettative di tutti cittadini, e degli sportivi in particolare. Peraltro, con questo provvedimento l’Amministrazione ottiene anche il risultato, non secondario, di valorizzare la professionalità del proprio personale, realizzando anche un notevole risparmio economico”.

Per quel che riguarda i tempi la volontà del Comune è – restando in ambito sportivo – quella di “correre”: iniziare cioè entro la fine dell’anno i lavori al chiuso per arrivare, in primavera, a quelli all’aperto.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>