Insediata la Commissione speciale rifiuti: “Tempi stretti e lavori in due fasi”

“Un primo momento sarà dedicato alla raccolta dei dati e all’analisi della documentazione – ha spiegato il Presidente, Alberto Bertin – mentre nella seconda fase entreremo invece nel dettaglio delle singole azioni da proporre al Consiglio regionale”.
Commissione speciale per la gestione dei rifiuti
Politica

Sono iniziati questa pomeriggio con la nomina di Francesco Salzone (Stella Alpina) in qualità di Vicepresidente e di Diego Empereur (UV) nella veste di segretario, i lavori della Commissione speciale per la gestione dei rifiuti, presieduta da Alberto Bertin (Alpe). Gli altri membri sono Albert Chatrian (Alpe), Raimondo Donzel (PD), Massimo Lattanzi (PdL) e Claudio Lavoyer (FA). La Commissione ha quindi deliberato la tenuta delle riunioni in seduta pubblica e la presenza in audizione permanente di un rappresentante del Comitato promotore del referendum. Al centro del dibattito di questa prima seduta, la programmazione dei lavori.

“Saranno organizzati in più fasi – ha spiegato Bertin – avendo sempre a mente che i tempi sono ristretti. Un primo momento sarà dedicato alla raccolta dei dati e all’analisi della documentazione, già prevedendo delle audizioni a partire dalla prossima settimana. In particolare, sentiremo la struttura amministrativa dell’Assessorato regionale dell’ambiente, che si occupa della gestione del settore, e faremo il punto sullo stato dell’arte della discarica. Nella seconda fase, la Commissione entrerà, invece, nel dettaglio delle singole azioni da proporre al Consiglio regionale, che siano in linea con la gerarchia del trattamento dei rifiuti dettata dall’Unione europea e con la normativa regionale approvata a seguito del referendum del 18 novembre”.

“L’auspicio – ha evidenziato il Vicepresidente Francesco Salzone – è che questo organismo possa contribuire, da una parte, a rasserenare un clima che è stato particolarmente teso durante la campagna referendaria e, dall’altra parte, a fornire soluzioni concrete alla futura gestione dei rifiuti”. 

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di Aosta Sera? Iscriviti alla nostra newsletter.

Articoli Correlati

Politica
Politica
Politica

Fai già parte
della community di Aostasera?

oppure scopri come farne parte